La RIAA fa causa a due siti che erogano audio sul web

La RIAA (Recording Industry Association of America) ha fatto causa a due siti (uno basato in Arizona, l'altro a Seattle) chiedendo danni per erogazione indebita di tracce audio integrali per un ammontare fino a 100.000 dollari per canzone! Uno di essi in particolare, l'Arizona Bizness Network, offre una selezione di circa 50 titoli settimanali di artisti da classifica (tra cui Elton John, Eagles, Mariah Carey, Boyz II Men, Meredith Brooks) e la RIAA lo ha accusato, senza ricorrere a mezzi termini, di furto. "Prendono le registrazioni o dai siti ufficiali o dai CD in commercio: non è diverso dall'entrare in un Tower Records, metterti un disco in tasca e uscire", ha affermato per la RIAA il legale Steven Fabrizio.
Music Biz Cafe, parla Luca De Gennaro (Direttore VH1 Italia)
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.