USA, sondaggio CBS: quella di oggi 'la peggior musica di sempre'

Probabilmente, penseranno in molti, non era necessario un sondaggio per stabilire che Justin Bieber e Beatles non fossero esattamente sullo stesso livello, mentre altri - più equidistanti - penseranno ad un'ulteriore conferma della ciclicità della storia, perché la musica "nuova", alle orecchie dei più anziani, suonava come baccano anche quando dalle casse uscivano gli album appena pubblicati di Fab Four, Rolling Stones, Bob Dylan, Led Zeppelin, Jimi Hendrix e molti altri.

Secondo un sondaggio realizzato dall'emittente televisiva statunitense CBS - i cui risultati sono stati svelati nel corso di una puntata della trasmissione "60 minutes" (in collaborazione con l'edizione locale di Vanity Fair) - il 42% degli americani pensa che questo decennio, musicalmente parlando, sia il peggiore degli ultimi 45 anni. A sorprendere, però, c'è la percentuale - molto alta, ma non indicata numericamente - di under 30 in accordo con gli over 50: anche per loro - che pure negli anni Settanta non erano ancora nati - la musica di oggi è la peggiore.

Nei dati a margine, si scopre che gli statunitensi, quando - costretti dai figli - "cedono" al pop contemporaneo preferiscono portare la propria prole ai concerti di Taylor Swift piuttosto che a quelli di Katy Perry (scelta dal 26% degli interrogati), One Direction (11%) o Miley Cyrus (5%). Indicazioni sono arrivate anche sullo strumento preferito dagli ascoltatori: in testa rimane la chitarra, col 26% delle preferenze, seguita dal pianoforte (21%), violino (14%), batteria (7%) e flauto (5%).

Dall'archivio di Rockol - Quando la rockstar mostra il medio
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.