Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Pop/Rock / 09/04/2014

Peaches Geldof, 'inconcludenti' i primi esami post mortem

Peaches Geldof, 'inconcludenti' i primi esami post mortem

Nemmeno i primi esami effettuati dai medici legali sono riusciti a dissipare la coltre di mistero che ancora circonda la scomparsa di Peaches Geldof, figlia dell'ex Boomtown Rats e organizzatore di Live Aid e Live 8 Bob Geldof trovata cadavere nella sua casa di Wrotham, nel Kent, lo scorso lunedì: stando a quanto riferito dalla BBC, occorreranno ancora alcune settimane perché gli esami tossicologici disposti dalle autorità possano eventualmente fornire la causa del decesso.

Come già confermato nelle ore immediatamente successive alla morte della venticinquenne giornalista, presentatrice e modella, l'assenza di segni di effrazione presso l'abitazione occupara dalla famiglia di Peaches e la totale mancanza di indizi - ferite, utilizzo di sostanze illegali o comportamenti che lasciassero presagire un'instabilità psichica - che potessero far pensare ad ipotesi diverse dalle cause naturali hanno portato gli inquirenti a classificare il decesso come "inspiegabile ma non sospetto". Stando tuttavia alle informazioni fornite dall'ente radio-televisivo britannico, non è detto che le autorità, una volta resi noti gli esiti completi degli esami tossicologici, non decidano di aprire un'inchiesta.