Video & musica, Universal compra Eagle Rock

Video & musica, Universal compra Eagle Rock

Universal Music ha acquistato Eagle Rock Entertainment, marchio leader a livello mondiale nella produzione e distribuzione di contenuti video musicali (film, documentari e concerti) in tv e sotto forma di Blu-ray e Dvd. Lo ha annunciato la stessa major senza rivelare i dettagli economici di un'operazione che le assicura un catalogo di oltre 800 titoli e quasi 2 mila ore di programmi audiovisivi, con titoli riguardanti artisti quali Rolling Stones, Pink Floyd, Who, Queen, Doors, Peter Gabriel e Paul McCartney. Il presidente e amministratore delegato Terry Shand continuerà a guidare la società dai suoi quartieri generali localizzati a Londra, mentre lo staff di Eagle Rock assisterà Universal nella produzione di contenuti video e nella creazione di prodotti in formato fisico e digitale (anche in funzione delle sempre più popolari piattaforme "mobili" e della fruizione via smartphone).

"Stiamo continuando a trasformare UMG in una società di contenuti musicali, e allargare il nostro catalogo e le nostre competenze produttive nel campo dell'audiovisivo diventava essenziale", ha spiegato il presidente e amministratore delegato di Universal Lucian Grainge. "Siamo felicissimi di dare il benvenuto a Terry e al team di Eagle Rock nella famiglia di UMG. Terry ne ha fatto una società di livello mondiale e una forza trainante nella distribuzione di programmi audiovisivi a contenuto musicale". "Sono entusiasta di portare Eagle Rock nella famiglia UMG e non vedo l'ora di farla crescere ulteriormente negli anni a venire, producendo altri grandi contenuti e approfittando della rivoluzione digitale che sta scuotendo lo spazio audiovisivo", ha replicato Shand. "Voglio ringraziare personalmente Lucian Grainge, Boyd Muir e Max Hole per la loro fiducia e la loro visione, Beringea per l'appoggio che ha fornito in questi ultimi anni e Geoff Kempin, Simon Hosken e tutto il team di Eagle Rock per il fantastico lavoro che hanno svolto fino ad oggi e l'impegno che profonderanno in futuro".

Creata a fine anni '90 da Shand con altri dirigenti come lui provenienti da Castle Communications e soggetta, negli anni, a diversi riassetti proprietari (tra i vecchi azionisti figurano società come edel e BMG), Eagle Rock fattura circa 55 milioni di dollari all'anno. "Ironicamente", scrive Billboard, "stimiamo che in termini di ricavi sia equivalente per dimensioni ai cataloghi Sanctuary e Mute, i due asset che UMG ha dovuto vendere per assicurarsi l'approvazione delle autorità antitrust all'acquisto delle attività discografiche della EMI". Lo stesso Billboard valuta in circa 50 milioni di dollari la cifra versata da Universal per acquistare la Eagle.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.