NEWS   |   Industria / 07/04/2014

Amazon, il leak del contratto proposto per la piattaforma streaming

Amazon, il leak del contratto proposto per la piattaforma streaming

A pubblicare il leak che non mancherà di fare discutere addetti ai lavori - e non solo - è stato il sito Digital Music News: Amazon, colosso del retail online che si sta preparando il debutto di una propria piattaforma di streaming musicale destinata a fare concorrenza alle veterane Spotify e Deezer, avrebbe riservato condizioni piuttosto dure - e, soprattutto, non negoziabili - ai proprio partner, specie se indipendenti.

Prendere o lasciare, in sostanza: questo si evince dal contratto inviato a un interlocutore indie con richiesta di sigla entro il prossimo primo maggio. Mentre alle major verranno riservate parte dei profitti da stabilire in trattative separate, alle etichette indipendenti verrà riservato solo un ruolo marginale come "parte dell'offerta di Amazon Prime, in particolare come benefit aggiuntivo al cliente", senza però "costi aggiuntivi, ma come parte integrante della Amazon Music Experience".

Il documento affiorato conferma come la piattaforma distribuirà non solo musica ma anche film, serie TV e libri, ma non chiarisce, al momento, né in che termini i potenziali fruitori potranno accedervi né se i contenuti audio e video possano venire resi disponibili anche in download (previo, ovviamente, consenso della controparte).

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/pkdza-qLaIMy-gAqlg8wkX0P7WM=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fwww.digitalmusicnews.com%2Fwp-content%2Fuploads%2F2014%2F04%2FAmazon_Streaming_Contract_01.jpg%3Fa2ac9a