Festival dell'Isola di Wight, rinnovato per tre anni il contratto con Viagogo

Festival dell'Isola di Wight, rinnovato per tre anni il contratto con Viagogo

John Giddings, amministratore delegato della Solo Music Agency, agenzia organizzatrice del Festival dell'Isola di Wight, manifestazione che ogni anno richiama al largo di Southampton decine di migliaia di appassionati, ha rinnovato per tre anni il contratto di partnership con Viagogo, una delle principali piattaforme di secondary market dove vengono reimmessi sul mercato i biglietti per i concerti dopo il sold out fatto segnare sui canali primari: l'accordo rimarrà lo stesso dello scorso anno, quando Viagogo è diventato il rivenditore ufficiale della manifestazione a livello internazionale.

"Da quando abbiamo iniziato a lavorare con Viagogo abbiamo molto più controllo sulle rivendite dei nostri biglietti", ha spiegato Giddings: "Senza contare l'apertura ai mercati internazionali grazie alle filiali della piattaforma presente nei vari paesi. Oltretutto, il controllo che Viagogo ha sui propri iscritti è tra le cause di un calo molto significativo dei biglietti falsi". "Per una manifestazione di tale portata e risonanza, è indispensabile che le operazioni di vendita dei biglietti siano assolutamente perfette", ha spiegato un portavoce di Viagogo: "Siamo fieri di portare avanti questa collaborazione con i pionieri dell'industria musicale che capiscano il valore del nostro apporto".

Il secondary ticketing è una delle questioni più dibattute, non solo dagli addetti ai lavori, ma anche dai fan, che spesso vedono in servizi di questo tipo un'estensione online del bagarinaggio tradizionale. In tempi recenti ha fatto discutere una causa depositata alla fine dello scorso marzo presso il tribunale del New Jersey da una fan, che potrebbe condurre all'apertura di un'indagine su AEG, colosso mondiale del live promoting sospettato di aver ceduto direttamente alle piattaforme di secondary ticketing una quota di biglietti superiore a quella stabilita dal New Jersey Consumer Fraud Act, fissata al 5% dei tagliandi emessi in origine.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.