NEWS   |   Metal / 09/04/2014

Figure Of Six: il 15 aprile esce 'Brand new life'

Figure Of Six: il 15 aprile esce 'Brand new life'

E' prevista per il prossimo 15 aprile l'uscita di "Brand new life", il "nuovo" album degli italianissimi Figure Of Six. Le virgolette che racchiudono l'aggettivo nuovo non sono casuali, in quanto si tratta di un disco dalla storia travagliata - che doveva essere immesso sul mercato già tre anni fa, nel 2011. E infatti, con una rapida ricerca in Rete, si possono leggere addirittura delle (ottime, peraltro) recensioni dell'epoca, frutto sicuramente di promo advance inviati agli addetti ai lavori in anticipo sulla presunta data di uscita.

Evidentemente, però, il diavolo ci ha messo la coda e il disco non è mai materialmente stato pubblicato. Fortunatamente, però, è giunto il momento che veda la luce e, infatti, sarà disponibile dal prossimo 15 aprile - grazie a una partnership tra Heartlines Music e Pirames International.
Questo è il terzo album della formazione - che peraltro ha avuto l'imprimatur di Bruce Dickinson degli Iron Maiden, che in passato ha trasmesso alcuni loro brani nel suo show radiofonico, sulle frequenze della BBC.

Per capire meglio la vicenda abbiamo anche fatto una breve chiacchierata con Matteo, chitarrista dei Figure Of Six, che ci ha fatto il quadro della situazione e presentato il disco.
Ecco quello che ci ha detto.

Quale è, esattamente, la storia di "Brand new life"? In pratica nel 2011 era cosa fatta, ma evidentemente qualcosa è andato storto; è, peraltro, bizzarro leggerne le recensioni datate appunto 2011, ma sapere che non è ancora uscito...
Intanto vorrei ringraziarvi per avere preso in considerazione il nostro lavoro e indagato su ciò che è accaduto. Molti si limitano a fare copia/incolla delle prime tre righe di una recensione e quello successivo fa lo stesso con quello precedente. Purtroppo è vero: il disco doveva uscire nel 2011, era già cosa fatta. Il boss dell'etichetta Tiefdruck Musik ha iniziato il rapporto di lavoro con presupposti esaltanti. Era secondo lui il disco dell'anno. Lo abbiamo addirittura aiutato economicamente perché, come tutti sappiamo, le piccole etichette sono in grave difficoltà o stanno chiudendo i battenti. Nel momento del "nostro" bisogno, però, invece di aiutarci ha deciso di tagliare i ponti. In sostanza non ha ne stampato i dischi come da accordi in data prestabilita, non ha spedito quelli acquistati in pre-order e non ha nemmeno fatto partire la promozione. Ciò che si è limitato a fare è caricare gli mp3 sul digitale arrecandoci un danno enorme perché alcune persone poi lo hanno caricato nei siti di free download e streaming. E questa era una persona fidata, conosciuta da anni e per di più consigliata dal nostro editore dell'epoca. Questa è la triste storia dietro l'uscita di "Brand new life". Chiaramente il tempo trascorso ci è servito per rialzarci. Abbiamo suonato tanto all'estero e scritto  tanta nuova musica. Ci siamo anche fatti forza l'uno con l'altro. Come dicono "shit happens"...

Rispetto alla versione di tre anni fa, il disco è stato sottoposto a un'operazione di maquillage - è stato rimasterizzato, rimixato o che altro? Come siete intervenuti sui brani originali?
L'album è stato registrato, mixato da Tue Madsen e co-prodotto da Eddy Cavazza (Dualyzed Productions) All'epoca facemmo un mastering che, però, ora non ci sembrava più consono. E' più che altro un discorso tecnico che qualitativo. Entrambi sono ben fatti e tra l'altro fatti da Riccardo Parenti per Elephant Mastering, che è tra i migliori in italia. Diciamo che il primo mastering enfatizzava frequenze che ora abbiamo preferito diminuire per esaltarne altre. Ora siamo felicissimi del risultato! Suona come un pugno in faccia!

Una curiosità sincera: perché pubblicare materiale di tre anni fa, quando sicuramente - nel frattempo - la band si è evoluta e ha composto nuovi brani? Tre anni sono un lasso di tempo lungo, a livello creativo e di evoluzione... non vi sentite "cambiati", rispetto alla fotografia di voi che era "Brand new life", nel momento in cui fu inciso?
Ma certamente sì però non esiste solo il mercato e le sue dinamiche. Esiste anche la voglia di condividere il proprio lavoro con la gente che ci vuole bene e anche con chi ci vuole male ;) E' anche importante fare sapere a tutti che ci siamo ancora e che siamo tornati alla grande. Ci serve come promozione e aiuta anche la nostra autostima! Poi tra sei mesi uscirà un altro album e credo che i fan ne saranno solo contenti visto il lasso di tempo intercorso dal nostro secondo album!



 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi