Nasce il 'Microstore', negozio in miniatura per punti vendita non specializzati

Nasce il 'Microstore', negozio in miniatura per punti vendita non specializzati
Il retail specializzato è in crisi, i negozi di dischi diminuiscono di numero e di capacità di acquisto, in vetrina e negli scaffali è sempre più difficile trovare spazio e così l'etichetta Storie di Note di Nada e di Giorgio Conte, di Luca Madonia e degli Inti Illimani, ha avuto un'idea: realizzare un “Microstore”, un negozio di dischi in miniatura corredato da postazioni di ascolto e destinato a portare la musica e i Cd dove solitamente è impossibile acquistarli, pub e librerie, sale cinematografiche e sedi di associazioni culturali, caffè letterari e club che ospitano musica dal vivo.
Poiché è difficile convincere i gestori di esercizi e locali non specializzati ad allestire spazi dedicati alla musica, l'etichetta viterbese ha deciso di offrirgli una soluzione chiavi in mano: un “albero” musicale composto da una base cubica-magazzino in cui alloggiano i Cd (anche più copie per titolo), bracci montabili a piacimento che fungono da vetrina (con tabelle destinate ad ospitare le copertine dei dischi, cataloghi o altro genere di informazioni) e un lettore Mp3 manovrabile a tastiera che, sfruttando le caratteristiche di elevata compressione sonora del formato, permette ai visitatori e ai clienti di ascoltare, in cuffia, selezioni dagli album in vendita prima di deciderne l'eventuale acquisto. A quel punto non resta che aprire la “pancia” dell'espositore, chiusa a chiave, e consegnare loro i pezzi richiesti.
La struttura, alta circa due metri e realizzata in metallo nero, è stata concepita e realizzata dal francese Michel Collet (che è anche un apprezzato disegnatore di copertine di dischi), ed è stata presentata in anteprima al M.E.I. di Faenza: Storie di Note ne ha fabbricati (per ora) 100 esemplari, una ventina dei quali sarebbero già stati ordinati. “Vorremmo installarne almeno uno in ogni provincia italiana”, spiega Jonathan Giustini, responsabile promozione e immagine di Storie di Note. E aggiunge: “Ci siamo ispirati a case discografiche come la francese Label Bleu che, pur avendo un catalogo di qualità, cerca di portare il suo prodotto anche oltre il circuito specializzato” (per quest'ultimo, Storie di Note continuerà ad utilizzare la sua società di distribuzione, SuoniMusic).
Esercenti e gestori di locali che decideranno di ospitare il Microstore non pagheranno nessun canone di affitto: la fornitura dei dischi avviene in conto vendita e su ogni acquisto effettuato viene riconosciuta una percentuale per il servizio reso all'etichetta. In cambio, viene richiesto ai “partner” di collaborare alle attività di promozione sul territorio che riguardano l'etichetta e i suoi artisti (a Storie di Note fa capo anche un'agenzia che organizza concerti). Essendo concepito come un modulo componibile, il Microstore consente anche di modificare l'offerta secondo il tipo di locale in cui la “macchina” viene collocata. “E' una soluzione che mettiamo a disposizione anche di altre etichette”, conferma Giustini, aggiungendo che è già prevista l'inclusione in alcuni espositori di titoli della Caligola Records, un'etichetta jazz. “Nel momento in cui il commercio specializzato soffre, noi lo intendiamo come un modo di ripopolare di musica di qualità l'ambiente che ci circonda”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.