Gruppi finanziari interessati a Blockbuster: Viacom sta per vendere?

La nota catena di videoteche, che vende anche supporti musicali, potrebbe presto passare di mano. L’attuale proprietario Viacom (la holding a cui fa capo anche MTV) sarebbe infatti intenzionata a vendere la sua quota dell’80 % per una cifra vicina ai due miliardi e mezzo di dollari. I potenziali compratori, che darebbero vita ad un “pool” di acquisto, sono tutti nomi che nelle ultime settimane compaiono con frequenza nelle cronache riguardanti il music business: Thomas H. Lee Partners è stato il principale finanziatore di Edgar Bronfman Jr. nell’acquisto di Warner Music (vedi News), il Quadrangle Group faceva parte inizialmente della stessa cordata (da cui si è poi ritirato) e il Blackstone Group, partner della EMI, sarebbe interessato, secondo alcuni, a rilevare la proprietà della casa discografica inglese.
Dall'archivio di Rockol - Gli album essenziali del rock italiano anni Novanta
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.