Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 03/12/2003

Bronfman artista e imprenditore: non solo Warner ma anche canzoni nel suo futuro

Bronfman artista e imprenditore: non solo Warner ma anche canzoni nel suo futuro
Il nuovo proprietario di Warner Music, com'è noto, ha ambizioni artistiche neppure troppo velate. In passato ha scritto testi per una dozzina di canzoni pop, assaporando persino la vetta delle classifiche americane a metà anni '90 con “To love you more”, un pezzo musicato dall'esperto autore, arrangiatore e produttore David Foster per la voce virtuosa di Celine Dion (ma se cercate il nome di Bronfman nei crediti del pezzo, non lo trovate: allora si firmò con uno dei suoi pseudonimi, Junior Miles).
E proprio a Foster, secondo quanto riporta il Los Angeles Times, Bronfman avrebbe ora chiesto aiuto per rilanciare la sua carriera di autore di canzoni. Ad una cena newyorkese di presentazione allo staff Warner, infatti, il 48 enne miliardario canadese avrebbe confabulato con il vecchio amico proponendogli di rimettere mano a “Whenever there is love”, una canzone che lo stesso Bronfman - stavolta sotto le sembianze di Sam Roman – aveva scritto nel 1996 con il compositore Bruce Roberts per la colonna sonora di un film con Sylvester Stallone, “Daylight- Trappola nel tunnel”, e che all'epoca ebbe scarsa fortuna. I suoi (numerosi) detrattori non mancheranno di attaccarlo neppure questa volta, potendo accusarlo di approfittare della sua posizione di potere per assecondare velleità artistiche tutte da dimostrare: ma secondo lo stesso Roberts (con cui Bronfman firmò un successo per Dionne Warwick nel 1985, “Whisper in the dark”), il giovane imprenditore è uno che “comprende l'arte della scrittura delle canzoni, e capisce il processo creativo quanto il business della musica”. Attestati di stima arrivano anche da René Angelil, marito e manager della Dion: se non a Wall Street, dove molti continuano a guardarlo con sospetto, almeno nel music business Bronfman sembra vantare una certa reputazione.