Fender, rivoluzione online: strumenti customizzati dai clienti sul Web

Fender, rivoluzione online: strumenti customizzati dai clienti sul Web

Se in ambito automobilistico è ormai quasi una consuetudine definire l'allestimento di una vettura sul sito Internet della casa produttrice, in quello musicale la customizzazione - così viene chiamata la personalizzazione di uno strumento - era materia per iniziati riservata ai laboratori di liuteria frequentati dagli intenditori, o - su scala decisamente più larga - da centri come l'American Design Experience di Corona, in California, attivato dalla Fender - main competitor della Gibson sul mercato mondiale degli strumenti a corda - presso uno dei quartier generali della società fondata da Leo Fender nel '46 e riservato alla clientela più esigente, alla quale il prodotto standard distribuito nei negozi andava stretto.

Il servizio, interessante ma logisticamente complesso (e soprattutto costoso), almeno a chi non abiti in California, è stato reso più accessibile al pubblico americano (e, non immediatamente ma a breve, promettono i responsabili della casa) da una nuova pagina attivata dalla compagnia sul proprio sito ufficiale, raggiungibile a questo indirizzo: utilizzando le nuove interfacce grafiche sarà possibile scegliere i modelli di bassi e chitarre (per il momento Stratocaster e Telecaster per le chitarre, Precisione e Jazz per i bassi) assemblando componentistica, legni, meccaniche e colori a piacimento, o seguendo le tracce di signature series già esistenti o creandone di completamente nuovi.

"Viviamo nell'era delle personalizzazioni", ha spiegato il responsabile marketing del gruppo Justin Norvell: "L'esistenza della nostra società si basa su questo concetto, perché la costruzione degli strumenti musicali è modulare, e quindi molto adattabile alle personalizzazioni. Questa nuova iniziativa porta il discorso su un nuovo livello, cioè quello di offrire ai musicisti le possibilità di customizzazione offerte dalle linee della nostra fabbrica".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.