NEWS   |   R'n'B / hip hop / 17/03/2014

Tyler The Creator arrestato per istigazione alla rivolta al SXSW festival

Tyler The Creator arrestato per istigazione alla rivolta al SXSW festival

Tyler The Creator, rapper e produttore californiano, è stato arrestato all'aeroporto internazionale di Austin-Bergstrom il 15 marzo scorso: la polizia, infatti, aveva un mandato di cattura nei suoi confronti, per l'accusa di istigazione alla rivolta durante la sua performance di giovedì 13 marzo al SXSW festival.

Durante il suo concerto tenutosi allo Scoot Inn di Austin, Tyler avrebbe infatti - secondo le testimonianze riportate da diverse testate specializzate - incitato alcune centinaia di persone rimaste fuori dal locale a entrare sfondando i cancelli. Cosa che è avvenuta, quando una folla - al grido di "Push, push, push" ("Spingi, spingi, spingi") ha divelto le porte e si è riversata nel locale. A questo punto gli organizzatori hanno tolto la corrente, ma l'unico risultato è stato quello di scatenare l'ira della folla, che si è abbandonata ad alcuni episodi di violenza. Per mantenere l'ordine è stato necessario riattivare la corrente e consentire al rapper di terminare il concerto.

Da un comunicato ufficiale della autorità si apprende che Tyler è stato incriminato per un "Class A Misdemeanor", ossia una violazione non comparabile a un reato vero e proprio, per gravità, ma neppure una piccola infrazione (nel sistema giuridico statunitense i "misdemeanor" sono le infrazioni minori, punite di solito meno severamente dei reati - ossia le "felonies"). La cauzione è stata fissata in 25.000 dollari.

Questa è la foto scattata all'arresto (la "mugshot"):

https://cdnrockol-rockolcomsrl.netdna-ssl.com/E6kaMuG8N_VpuefHA5LbtA3kALc=/700x0/smart/http%3A%2F%2Fpitchfork-cdn.s3.amazonaws.com%2Fcontent%2FOkonma__Tyler_3-6-91_.jpg

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi