Previsioni di mercato: calo fino al 2005, poi la ripresa

Previsioni di mercato: calo fino al 2005, poi la ripresa
L’industria discografica dovrà pazientare almeno fino al 2005 (e dunque prepararsi a soffrire per un altro anno e più) prima di ricominciare a sollevare la testa. Questa, almeno, è la convizione espressa dalla società di ricerche di mercato Informa Media Group, che pronostica un ulteriore crollo nelle vendite di musica registrata, prima che i servizi di musica digitale comincino ad attrarre un pubblico consistente: secondo le proiezioni elaborate dall’agenzia londinese, il giro d’affari mondiale delle case discografiche scenderà dai 30,9 miliardi di dollari del 2002 a 28,2 miliardi alla fine di quest’anno; e le cose peggioreranno ancora nel 2004, quando il fatturato dovrebbe calare a 28 miliardi di dollari. Secondo Simon Dyson, uno dei ricercatori di Informa Media, le major discografiche (BMG, EMI, Sony, Warner e Universal) devono incolpare se stesse per non aver reagito tempestivamente al boom della pirateria su Internet, ma non tutto è perduto: “Il calo continuo delle vendite non è irreversibile”, secondo Dyson, anche se Informa Media, a differenza di altri enti di monitoraggio del mercato, ritiene che i download a pagamento resteranno confinati anche in futuro ad un mercato di nicchia: secondo la società inglese il giro d’affari della musica distribuita via Internet (incluse le vendite di CD attraverso siti come Amazon) raggiungerà i 3,9 miliardi di dollari nel 2008, rispetto agli attuali 1,1 miliardi di dollari, assorbendo probabilmente poco più del 10 % del totale.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.