Massimo Di Cataldo, chiesta l'archivizione del fascicolo per maltrattamenti

Massimo Di Cataldo, chiesta l'archivizione del fascicolo per maltrattamenti

Il pm Eugenio Albamonte ha chiesto al giudice per le indagini preliminari l'archiviazione del fascicolo aperto su Massimo Di Cataldo nell'ambito di un'inchiesta su presunti maltrattamenti ai danni dell'ex compagna del cantante, Anna Laura Millacci: lo riferisce l'agenzia ADNKronos, secondo la quale la decisione sarebbe stata presa dopo la visione dell'esito della perizia medico-legale su quello che la Millacci denunciò come aborto procurato dalle presunte percosse subite. Gli atti a proposito dei maltrattamenti, riferisce sempre l'agenzia, sono stati stralciati: al proposito è stato aperto un nuovo fascicolo di indagine.

Questa provvedimento accoglie l'istanza già presentata dall'avvocato del cantante Daniele Bocciolini dopo l'esito della consulenza disposta dalla Procura, che accertò come non ci fosse "prova di lesioni né di procurato aborto".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.