Rockol - sezioni principali

NEWS   |   Industria / 07/03/2014

IFPI, un video racconta la storia della musica registrata in 90 secondi. Guarda

IFPI, un video racconta la storia della musica registrata in 90 secondi. Guarda

La storia della musica registrata condensata in 90 secondi, da "The Oceanna roll" di Arthur Collins (anni Dieci del secolo scorso) a "Get lucky" dei Daft Punk passando per Benny Goodman, Bobby Darin, gli Who, gli Abba, i Run D.M.C., i Coldplay, gli OutKast e Rihanna, gli strumenti musicali (pianoforti, batterie, chitarre elettriche) accanto a quelli di registrazione e riproduzione della musica, grammofoni e vinili, musicassette e Cd, lettori Mp3 e iPad. Fino al "claim" finale: "The only thing that remains - music", la musica è l'unica cosa che resta.





A commissionare il video, intitolato appunto "Music Remains" e diffuso attraverso YouTube (le visualizzazioni superano al momento quota 82.000) è stata la federazione internazionale dei discografici IFPI il cui intento consiste nel sottolineare il valore culturale e l'importanza sociale della musica popolare.

Costruito sfruttando il divertente effetto domino tipico delle "macchine di Rube Goldberg", il filmato ha nel giovane rapper Pepstar il suo narratore ed è stato creato dal direttore creativo Steve Milbourne in collaborazione con il regista Martin Stirling di Unit 9 Films. Le riprese hanno avuto luogo nello Studio 2 di Abbey Road, a Londra, mentre la macchina di Rube Goldberg è stata costruita dagli arti director Sets Appeal.

"L'idea consisteva nel trasmettere il messaggio che, per quanto la tecnologia possa essere in continuo mutamento, la musica registrata resta sempre al centro della vita delle persone", conferma Milbourne sul sito Internet dedicato all'iniziativa. "Allo stesso tempo volevamo che diventasse una storia molto personale, e il testo di Pepstar parla di esperienze fondamentali della vita: dall'incontro dei nostri genitori alle memorie di infanzia, dalle prime ragazze alle tragedie familiari". "Speriamo che la gente apprezzi il video, che lo guardi molte volte e lo condivida con gli amici", ha aggiunto l'amministratore delegato dell'IFPI Frances Moore.