Ke$ha, finita la riabilitazione: 'Sto bene, sono pronta a tornare al lavoro'

Ke$ha è stata dimessa ieri dalla clinica Timberline Knolls di Chicagio, dove si era fatta ricoverare lo scorso 3 gennaio per combattere i disordini alimentari che la affliggevano da tempo: la cantante, con un tweet, ha ringraziato i suoi fan per il sostegno dimostratole in queste settimane difficili, dicendosi "felice, in forma, e pronta a tornare a lavorare a tonnellate di nuova musica".



"Sono felice di essere tornata", ha scritto la cantante: "Mi sento in forma, e pronta a lavorare a tonnellate di nuova musica. Non riuscirò mai a ringraziare abbastanza in miei fan per tutto l'amore e il supporto che hanno saputo dimostrarmi".



"La vita è meravigliosa", ha aggiunto - in un secondo post - la cantante: "E' una benedizione, per me, sapere che ci siate, tutti quanti".

La cantante, all'anagrafe Kesha Rose Sebert, nata a Los Angeles il primo marzo del 1987, al momento non ha ancora annunciato l'eventuale recupero delle date dal vivo cancellate lo scorso 4 febbraio .
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.