Comunicato Stampa: Suicidal Tendencies, Madball, Ignite, Death By Stereo, Sworm Enemy, Backfire! e Lenght Of Time in concerto all'Alcatraz

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


GIOVEDI' 27 NOVEMBRE
c/o ALCATRAZ - MILANO
EASTPAK RESISTENCE TOUR
CON
SUICIDAL TENDENCIES – MADBALL – IGNITE –DEATH BY STEREO – SWORM ENEMY – BACKFIRE! – LENGTH OF TIME

Evento imperdibile per gli appassionati di hardcore, sbarca anche in Italia, per un unica data in quel dell'Alcatraz di Milano, l'”Eastpak Resistence Tour” che vede come gruppo principale i Suicidal Tendencies, la band che più di ogni altra ad inizio degli anni '80 ha dato nuova linfa a quel genere, l'hardcore, che Black Flag, X e molti altri hanno fatto crescere negli States dopo l'ondata nichilista del punk.
Un festival che vede anche nuovi ed interessanti gruppi della scena hardcore mondiale (Length of Time, Backfire!) e due pesi massimi del genere come Ignite e Madball.
Un festival dove musica e skate vanno a braccetto, più di 6 ore di musica e divertimento assicurato.

Dei Suicidal Tendencies c'è ben poco da dire, un gruppo che fa dell'aggresività e dell'inquietudine i suoi cavalli di battaglia, un frontman, Mike Muir, vera e propria icona punk delle ultime due decadi, un tour che festeggia i 20 anni di attività del gruppo, tanti infatti ne sono passati dal loro esordio discografico, con quell'album omonimo che ha aperto nuove strade all'hardcore, con strutture musicali tirate e diverse tra loro e una voce tagliente, sgolata, unica.

In venti anni i S.T hanno dato vita a qualcosa come 16 album in studio, tra il primo e l'ultimo (“Friends & Family 2”) ci sono delle pietre miliari del genere come “Join the army” (1987) e soprattutto “Still Cyco After All These Years”, dischi carichi, taglienti e 'innovativi', nei primi anni '90 Mike Muir da vita agli Infectious Grooves (con il bassista dei Siucidal, Robert Trujillo, ora nei Metallica) che per un periodo sembra assorbirlo al 100%, ma i S.T ritornano 'violentemente hardcore' con il disco “Suicidal For life”. Gli anni logicamente passano ma restano ancora l'“hardcore band” da cui i nuovi gruppi dovrebbero sempre trarre spunto.


Come di certo hanno fatto gli Ignite, gruppo che da 10 anni dimostra tutta la sua attitudine hardcore con live incalzanti, dove potenza e capacità tecnica si uniscono perfettamente, diversi album al loro attivo, da ricordare soprattutto due lavori in studio: “Straight Ahead”, del 1995, che li ha portati alla ribalta nel panorama hardcore e “Call on my brothers”, 16 tracce di puro e nervoso hardcore old school.
Ma non è finita, tornano in Italia i Madball, altro gruppo seguito e rispettato dall'ambiente hc, il combo di New York propone un solido e avvincente hardcore east cost, con testi impegnatii, energia allo stato puro e attitudine on stage che ha pochi uguali oggi, per farsi un'idea della loro aggressività basta ascoltare “Can't stop, won't stop” del recente “Hold it down” (2000, prodotto da Roger Miret, colui che li ha scoperti e lanciati). I Madball tornano in Italia per presentare il loro “Best of madball” (2003, Roadrunner).
I Death By Stereo sono il primo gruppo 'di seconda' fascia di questo one day fest. Tornano in Italia dopo qualche tempo per presentare il loro ultimo disco “ Into the valley of death” (il disco vede 13 tracce equilibrate, tirate e avvincenti), ancora una volta licenziato da Epitaph, a dimostrazione che il gruppo tedesco rappresenta in maniera egregia il punk-core europeo, il disco vede 13 tracce equilibrate, tirate e avvincenti.

In apertura di giornata i set di Backfire!, direttamente da Brooklyn, rappresentano al meglio la nuova generazione di hardcore N.Y, con attitudine immutata rispetto alle band da cui traggono spunto ma con inserti più 'armonici', presentano il loro ultimo “Change the game”.
I Length of Time sono un gruppo di Bruxelles, sulle scene da sei anni che presenteranno al pubblico il loro “Anti World”, disco che continua sulla traccia dei lavori precedenti dove hardcore '80 si miscela con il metal, sullo stile dei più famosi Biohazard.
In ultimo i poco conosciuti Sworm Enemy, gruppo giovane e aggressivo, propongono hardcore con venature crossover, sono poco conosciuti in Italia ma negli States vantano già diverse esperienze come open act per i Soulfly (Max Cavaliera band).

Info al pubblico: AF CONCERTI; Via Tiberio De Ciani, 89 -33100 Udine -I Tel. 0432 50 83 23; ifnfo@afconcerti.com; www.afconcerti.com
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.