Warner Music, iniziate le manovre per la cessione di una parte di Parlophone

Warner Music, iniziate le manovre per la cessione di una parte di Parlophone

Iggy Pop & the Stooges, Talking Heads, Pretenders e Black Sabbath compaiono nella lunghissima lista - migliaia di pagine - degli artisti di cui il gruppo Warner Music potrebbe potenzialmente disfarsi, mettendoli a disposizione delle etichette indipendenti interessate per tener fede ai patti concordati con le organizzazioni di categoria Impala e Merlin ai tempi in cui, nel febbraio del 2013, la major controllata da Len Blavatnik ha rilevato da Universal la proprietà del catalogo Parlophone (Beatles esclusi) per 765 milioni di dollari. Difficile, sostiene però Billboard, che la major controllata da Len Blavatnik decida di disfarsi a cuor leggero dei suoi "gioielli della corona", artisti di buone vendite o comunque di grande importanza storica. "Certamente non tutto quello che vi appare è disponibile per la vendita", ha confermato alla testata americana una fonte anonima: la decisione finale, insomma, spetterà - caso per caso - alla stessa Warner.

L'accordo preliminare siglato con le associazioni europee delle indie, e sulla cui base la Commissione Europea ha dato il via libera all'operazione, prevede che la major venda, ceda in licenza o affidi in distribuzione a etichette indipendenti una porzione del catalogo Parlophone equivalente al 25-33 % del suo fatturato. Venerdì 28 febbraio, intanto, è scaduto il termine a disposizione delle indie per inoltrare l'elenco dei loro desiderata, motivati e corredati dalle strategie che intendo adottare: "Ci saranno negoziazioni accurate", sottolinea un'altra fonte, "per accertarsi che gli artisti vadano verso la loro giusta destinazione". Secondo le indiscrezioni, sono dozzine le etichette (necessariamente affiliate a Merlin o a Impala) che si sono fatte avanti per proporre un acquisto o un accordo di licenza o distribuzione. Il delicato ruolo di broker dell'operazione è stato affidato all'ex presidente dell'IFPI John Kennedy. I giochi, anticipa Billboard, non si chiuderanno prima di settembre ma potrebbero estendersi fino alla fine dell'anno.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.