Comunicato Stampa: Abdullah Ibrahim in concerto al Blue Note

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

ABDULLAH IBRAHIM AL BLUE NOTE
PIANO SOLO
DA DOMANI MARTEDI' 11 A GIOVEDI 13 NOVEMBRE

Da domani, martedì 11 novembre fino a giovedì 13 novembre l'eccezionale pianista ABDULLAH IBRAHIM sarà protagonista assoluto al Blue Note (via Borsieri, 37 – Milano).
I concerti saranno alle ore 21.00 e alle ore 23.30 (apertura porte alle ore 19.30; per informazioni/prenotazioni: tel. 02.69016888).
L'ingresso per assistere al concerto di ABDULLAH IBRAHIM è di 30,00 euro. I giovani sotto i 26 anni avranno la possibilità di avere una riduzione sull'ingresso (50% del prezzo del biglietto) martedì e mercoledì al secondo spettacolo delle 23.30. Le riduzioni si potranno richiedere direttamente al box office, verrà chiesto semplicemente un documento di identità.
Nato a Cape Town in Sudafrica nel 1934, Abdullah Ibrahim da bambino ascolta le canzoni africane tradizionali ma anche la musica religiosa e il jazz, fonti d'ispirazione diverse che si rifletteranno nella sua musica. Nel 1959 Ibrahim incontra il sassofonista Kippi Moeketsi che lo convince di dedicarsi alla musica. Nel 1962 il Dollar Brand Trio (Dollar Brand era il suo nome prima di convertirsi all'Islam) si trova in Tour in Europa ed è a Zurigo che avviene l'incontro che segna l'inizio della carriera internazionale di Ibrahim: il concerto a Zurigo ha infatti uno spettatore di rilievo, Duke Ellington, che si entusiasma per la musica del pianista e ne finanzia il primo album per la Reprise Records: 'Duke Ellington presents the Dollar Brand Trio'.
Nel 1963 e nel 1964 il trio suona nei maggiori festival europei e nel 1965 il Dollar Brand suona al Newport Jazz Festival prima di iniziare il suo primo Tour negli Stati Uniti. Nel 1966 sostituisce The Duke conducendo il Duke Ellington Orchestra e per i sei mesi successivi suona con il Elvin Jones Quartet. Da allora Abdullah (convertito all'Islam negli ultimi anni sessanta) è sempre stato leader della propria band. Nel 1968 va in Tour in piano solo e continua a suonare in concerto in festival e club in tutto il mondo. Ibrahim non ha mai smesso di viaggiare, torna in Sudafrica nel mezzo degli anni settanta ma vi trova delle condizioni talmente oppressive che si trasferisce di nuovo a New York nel 1976. Eloquente portavoce e uomo profondamente religioso, la fede e le esperienze di Abdullah Ibrahim si riflettono nella sua musica. Nel 1990 Ibrahim torna a vivere in Sudafrica anche se conserva la residenza a New York. Nel 1997 inizia la sua lunga e ricca collaborazione in duo con il maestro della batteria Max Roach. Ibrahim moltiplica i progetti musicali, si citi solo l'arrangiamento delle sue composizioni dallo Svizzero Daniel Schnyder per il Munich Radio Philharmonic Orchestra. La prima del pezzo sinfonico ha luogo a Monaco, nella prestigiosa Herkules Saal con l'Abdullah Ibrahim Trio. Questo progetto ha avuto un seguito discografico con 'African Suite' che ha ricevuto un consenso unanime dalla critica. La musica di Abdullah Ibrahim unisce i canti popolari sudafricani, il jazz afroamericano e la musica classica europea costituendo un'architettura musicale perfettamente coerente. Virtuoso che rifiuta il virtuosismo, Ibrahim privilegia un pianismo melodico e lirico che porta ai confini col misticismo. E' senza dubbio uno dei più grandi pianisti e compositori contemporanei.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.