Londra, stop al secondo album dei Big Brovaz: facevano troppo rumore

L'etichetta dei Big Brovaz, non particolarmente conosciuti in Italia ma piuttosto famosi in Gran Bretagna, aveva appena speso decine di migliaia di sterline per mettere a posto lo studio londinese in cui il gruppo stava registrando il secondo album.

Ma l'insonorizzazione non dev'essere stata un granché, visto che i residenti del palazzo in cui si trovava lo studio sono riusciti a farglielo chiudere dalla polizia. I vicini, furiosi per il volume e per il fatto che c'era sempre gente che andava avanti e indietro anche durante la notte, inizialmente avevano protestato con educazione. Ma dopo due settimane non ce l'hanno fatta più ed il Consiglio della zona di Southwalk, subito a sud del Tamigi, ha dato loro ragione e, dopo averlo fatto sgomberare, ha sigillato i locali. "Era come una festa per 24 ore al giorno, con la musica pompata al massimo", ha detto un residente. I Big Brovaz hanno interrotto le sessioni di registrazione del disco e sono ancora alla ricerca di un nuovo studio. .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.