NEWS   |   Industria / 05/11/2003

Sanremo, la FIMI scrive al sindaco: 'Se non veniamo è anche colpa vostra'

Sanremo, la FIMI scrive al sindaco: 'Se non veniamo è anche colpa vostra'
Il comune di Sanremo, come la Rai ha fatto sapere alla FIMI in sede di discussione della nuova convenzione sul festival (che i discografici hanno per il momento respinto, vedi News), non intende più versare il contributo pattuito di 500 mila euro a copertura delle spese sostenute dall'industria per la scorsa edizione della manifestazione. E la sua decisione getta altra benzina sul fuoco dei rapporti, già tesissimi, tra la discografia e le sue controparti.
Saputo del rifiuto di versare i rimborsi Alberto Pojaghi, presidente di FIMI, ha scritto una lettera al sindaco di Sanremo, Giovenale Bottini, in cui definisce “estremamente sgradevole” e “inaccettabile” il dietrofront deciso dal comune ligure. “Sulla decisione FIMI di non prendere parte al prossimo festival”, scrive Pojaghi nella sua missiva a Bottini, “pesa in modo non indifferente anche il comportamento assunto dalla Sua amministrazione nei confronti di un importante settore culturale del Paese”.