Sanremo, la FIMI scrive al sindaco: 'Se non veniamo è anche colpa vostra'

Sanremo, la FIMI scrive al sindaco: 'Se non veniamo è anche colpa vostra'
Il comune di Sanremo, come la Rai ha fatto sapere alla FIMI in sede di discussione della nuova convenzione sul festival (che i discografici hanno per il momento respinto, vedi News), non intende più versare il contributo pattuito di 500 mila euro a copertura delle spese sostenute dall'industria per la scorsa edizione della manifestazione. E la sua decisione getta altra benzina sul fuoco dei rapporti, già tesissimi, tra la discografia e le sue controparti.
Saputo del rifiuto di versare i rimborsi Alberto Pojaghi, presidente di FIMI, ha scritto una lettera al sindaco di Sanremo, Giovenale Bottini, in cui definisce “estremamente sgradevole” e “inaccettabile” il dietrofront deciso dal comune ligure. “Sulla decisione FIMI di non prendere parte al prossimo festival”, scrive Pojaghi nella sua missiva a Bottini, “pesa in modo non indifferente anche il comportamento assunto dalla Sua amministrazione nei confronti di un importante settore culturale del Paese”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.