Warner, anche Viacom (MTV, Paramount ecc) in lizza per le edizioni?

Warner, anche Viacom (MTV, Paramount ecc) in lizza per le edizioni?
Se gli informatori del New York Post sono affidabili, c'è un nuovo contendente serio all'acquisizione di Warner Chappell (società di publishing del gruppo Warner Music), accanto a Sony Music, al magnate della finanza Haim Saban e all'editore Charles Koppelman (vedi News): si tratterebbe della Viacom di Sumner Redstone, che già controlla interessi molteplici in campo televisivo (CBS, MTV), cinematografico-home video (Paramount Pictures e Home Video), editoriale (Simon & Schuster) e distributivo-commerciale (la catena Blockbuster).
Significativamente, la società sarebbe interessata alla casa di edizioni musicali ma non all'etichetta discografica della Warner: mentre quest'ultima, come tutte le sue concorrenti, soffre la pirateria musicale e il crollo delle vendite di compact discs, il publishing (che è legato allo sfruttamento globale dei diritti musicali e raccoglie royalty da ogni tipo di utilizzazione del repertorio: cinema, televisione, videogiochi, pubbliche esecuzioni, ecc.) è visto tutt'oggi come un business solido e con grandi potenzialità di crescita. Viacom, del resto, controlla già un importante catalogo musicale, Famous Music, cui fanno capo oltre 100 mila composizioni musicali legate soprattutto a colonne sonore cinematografiche e televisive.
Time Warner, proprietaria di Warner Music, sta preparando una procedura formale d'asta per la vendita di Warner Chappell (sempre che la società non venga acquistata all'interno dell'intero “pacchetto musica” del gruppo, vedi News): dalla sua liquidazione il management della multinazionale americana spera di ricavare circa 1,2 miliardi di dollari, destinati a tamponare una parte del suo pesantissimo debito gestionale (24 miliardi di dollari).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.