Comunicato Stampa: Al Teatro Smeraldo di Milano 'Angelica Ionatos canta Frida Kahlo - Alas Pà Volar'

Comunicato Stampa: Al Teatro Smeraldo di Milano 'Angelica Ionatos canta Frida Kahlo - Alas Pà Volar'
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

TEATRO SMERALDO
Piazza XXV Aprile, 10 - 20121 Milano

una produzione Arthemisia in collaborazione con Ater
presenta

lunedì 10 novembre 2003
Angelica Ionatos
Canta
Frida Kahlo
Alas Pà Volar

Concerto scenografico per una voce e cinque musicisti
Regia Omar Porras
Musica Christian Boissel
Brani dal Diario di Frida Kahlo,
Adattamento di Christine Ferarios

con
Christian Boissel, direzione musicale, pianoforte
Eric Chaland, contrabbasso
Ramon Lopez, percussioni
Michael Nick, violino
Cesar Stroscio, bandoneon

Orario concerto: ore 21.00
Prezzi: (escluso diritto di prenotazione)

Poltronissima 25.00+2.50
Poltrona 20.00+2.00
I balconata 20.00+2.00
II balconata 15.00+1.50

Per informazioni e prenotazioni
Teatro Smeraldo - tel. 02/29006767 - www.smeraldo.it
Orario cassa : Lunedì-Sabato dalle 11.00 alle 18.30
Ufficio Promozione e Gruppi - tel. 02.62695306/ 02.39226290
Circuito ticketone - tel. 02/392261
www.ticketone.it - per vendita biglietti on line

Pacchetto concerto+mostra:

il concerto di Angelica Ionatos - canta Frida Kahlo, in collaborazione con la mostra “FRIDA KAHLO” al Museo della Permanente di Milano (dal 9 ottobre 2003 all'8 febbraio 2004), a coloro che faranno richiesta di acquisto del pacchetto concerto+mostra, avranno la seguente riduzione:

p.issima 20.00+2.00 prev. /mostra 7.50+1.50
poltrona 16.00+1.60 prev. /mostra 7.50+1.50
1 balcon. 16.00+1.60 prev. /mostra 7.50+1.50
2 balcon. 12.00+1.20 prev. /mostra 7.50+1.50

Si potrà acquistare il pacchetto concerto+mostra sia nei punti vendita, sia presso le casse della mostra.

" …la vita di Frida Kahlo non è solo uno schiaffo alla morte: dai contrasti stridenti della sua vita e del suo corpo più che martoriato è riuscita a dare vita ad un canto potente e pieno d'amore. E, nonostante le sue pitture possano essere percepite come morbide (qualche volta, giustamente), il suo modo di essere, il suo modo di sopravvivere e poi di vivere costituiscono un fatto talmente straordinario da poterlo definire: il Destino.
La parola " trascendenza " non ha mai avuto così tanto senso per me da quando ho cominciato ad occuparmi della vita di questa donna. L'altra cosa che, di questa donna, mi tocca è il suo amore per Diego Rivera. L'Amore di tutta la vita. Amore che nutre, che ferisce, che da la voglia di vivere e, talvolta, anche quella di morire. "

Angelica Ionatos

Frida Kahlo, Dea azteca piumata e incoronata per celebrare la passione dell'amore, discendente da una stirpe divina : guerriera del terribile Dio Quetzalcoatl (serpente a piume).
Angelica Ionatos, viaggiatrice tra canto e bastimenti, la cui voce cammina e penetra le frontiere, una musa straniera, un bambino erede del vecchio Omero. Queste due sorelle guerriere si incontrano e i loro corpi diventano le loro armi. Per l'una la freccia è la voce, per l'altra il pennello è la passione.
Oggi esse non cantano il passato, non cantano nemmeno l'illusione e nemmeno i limbi del sogno e dell'incubo, ma la realtà violenta della cerimonia dell'amore. Viaggio mitologico verso una porzione di terra che il nobile Omero ed il sanguinario Cortès non hanno mai scoperto.
> e gli angeli sono neri …

Angelica Ionatos

Nata ad Atene, Angelica Ionatos lascia il proprio paese nel 1969 per stabilirsi in Belgio e poi in Francia.
Nel 1972, registra in duo col fratello Photis il suo primo 33 giri Résurrection che otterrà il Grand Prix du disque Charles-Cros e segnerà il debutto della sua carriera in Francia.
La Forêt des hommes e O Hélios O Héliatoras segneranno l'incontro col suo poeta prediletto Odysseus Elytis. Seguiranno Maria Néféli che creerà col baritono Spyros Sakkas e il direttore d'orchestra Alexandre Myrat. (Grand Prix Audiovisivo dell'Europa)
Nel 1992, sarà Saffo di Mitilene con Nena Venetsanou, cantato in greco antico e nella traduzione in greco moderno di Odysseus Elytis. Nel 1993, creazione all'Olympia di un nuovo récital O Erotas. Nel 1994, registra un'opera originale di Mikis Theodorakis, Mia Thalassa, su poesie di Dimitra Manda.
Nel 1995, creazione a Montreux dell'elegia Parole di luglio sulla poesia omonima di Odysseus Elytis, in cui riitrova la complicità del baritono Spyros Sakkas.
Nel 1997 compone La Statua meravigliosa racconto musicale per ragazzi ispirato da Oscar Wilde, creazione al Palais des Festivals di Cannes.
Nel 1998, creazione a Parigi, Théâtre des Abbesses - Théâtre de la Ville, di Chansons nomades.
Nel 1999, creazione al Théâtre de Sartrouville de Le Sanglot des anges, nuovo récital di Theodorakis.
Al Festival d'Avignon 1999, creazione di uno spettacolo di Wladyslaw Znorko, Corrida, in cui cantante-interprete.
Nel 2000, creazione a Parigi, al Théâtre de la Ville, D'un bleu très noir, accompagnata da Henri Agnel, Michael Nick e César Stroscio ed uscita dell'album dallo stesso titolo presso Naïve/Auvidis.
Ripresa dello spettacolo D'un bleu très noir al Café de la Danse (2001) e Bataclan (2002) e tournée nei festival europei ( estate 2002 ).
Nel 2003, creazione alla Maison de la Poésie, Théâtre Molière, a Parigi, l'Alphabet de la mer, traduzione e adattamento de poesie di Odysseus Elytis et di Saffo, con Michael Nick ai violini e la regia affidata a Jean-Claude Feugnet.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.