Napster & CO: tessere prepagate per l'acquisto della musica on-line

Napster & CO: tessere prepagate per l'acquisto della musica on-line
Per spingere i futuri, potenziali clienti ad utilizzare la nuova versione a pagamento del servizio, i nuovi gestori di Napster hanno deciso di ricorrere al sistema delle carte prepagate. Le apposite tesserine, prodotte da un'azienda di Atlanta che lavora da tempo con gli operatori americani di telefonia mobile (InComm Inc.), saranno prossimamente acquistabili presso 14 mila negozi al dettaglio, supermercati, grandi magazzini e altri punti vendita disseminati sull'intero territorio degli Stati Uniti.
Il nuovo Napster, gestito dalla californiana Roxio, entra ufficialmente in funzione questa settimana (vedi News): e il ricorso alle carte prepagate è naturalmente un modo per attirare verso il servizio i consumatori più giovani e più timorosi che non posseggono una carta di credito o non vogliono far circolare on-line i dati “sensibili” che vi sono contenuti. Le nuove carte prepagate potranno essere utilizzate tra l'altro anche per spedire canzoni in regalo ad altri utenti della rete, così da allargare la base potenziale del servizio.
Alcuni concorrenti di Napster, intanto, si stanno muovendo nella stessa direzione, preso atto della popolarità delle tessere telefoniche presso il pubblico americano (il fatturato ha già superato i 6 miliardi di dollari). Il mese prossimo, più o meno in contemporanea al servizio di Roxio, anche Rhapsody di RealNetworks e MusicNow di Full Audio lanceranno un sistema analogo di pagamento: la carta prepagata Rhapsody, ad esempio, sarà valida per l'acquisto e il downloading di 10 canzoni oppure per accedere per un periodo di tre mesi al juke box on-line e ai canali radio “customizzati” (su misura) forniti dal servizio.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.