Verso Sanremo 2014: Frankie Hi Nrg Mc presenta “Essere umani”

Verso Sanremo 2014: Frankie Hi Nrg Mc presenta “Essere umani”

“Strano, non trovi? Non mi chiedere perché. Ma ’93, ’97, 2003, 2008, 2014.…”Frankie Hi Nrg Mc risponde così, scherzando ed elencando gli anni di pubblicazione dei suoi album, alla domanda più ovvia ma inevitabile: come mai così tanto tempo tra “DePrimo Maggio” ed “Essere umani”? E' il primo album in sei anni: Frankie lo presenterà sul palco di quel Festival a cui aveva partecipato già nel 2008 (e che l’anno scorso ha seguito da inviato Twitter per una rivista, e che aveva ribattezzato “#SpamRemo”): sarà in gara con "Pedala" e "Un uomo è vivo": “E’ un disco in purezza, in cui abbiamo sfrondato tutto che c’era di troppo e tutto quello che c’è mi rappresenta.

Alla commissione ho dato tutto il disco e ho detto: scegliete voi quali canzoni volete”, racconta. .
E poi torna sulla questione dei sei anni: “I tempi i lunghi di Frankie Hi Nrg MC per alcuni sono una barzelletta e sembra che io voglia proprio fare l’inglese della barzelletta e continuare così… Fatto un disco lo si promuove, poi si va in tour. Poi ti viene voglia di fare dell’altro e in quell’altro ti viene voglia di fare un disco. Il mio ciclo è di 5-6 anni, mi piace fare tanti lavori nel frattempo, vedere come lavorano gli altri, imparare. In questi 20 anni di carriera ho imparato i meccanismi della discografia, per poterli usare da me quando sarebbe stato il momento. E questo disco, questo Festival sono perfetti per arrivare come autore, compositore, interprete e discografico”.

Già, perché “Essere umani” è completamente autoprodotto, ed esce per Materie Prime Circolari, etichetta in proprio. E’ stato inciso con Leonardo “Fresco” Beccafichi, registrato nella sua Città di Castello. “Ho usato un metodo diverso - le canzoni sono nate tutte tra me e Leonardo Beccafichi e man mano che scrivevo la musica, mi venivano idee per il testo. Man mano che scrivevo il testo, riscrivevo la musica e buttavo via quello che avevo fatto prima, se non era adatto al testo che stavo scrivendo. C’è un bel rimpallo tra musica e parole”, spiega.
C’è lo zampino di Jovanotti, nel disco.

Non è presente fisicamente, ma nello spirito (.nella jovanottiana “Un uomo è vivo”: “Se per jovanottiana intendi la capacità di tradurre con parole semplici e sorridenti un concetto complesso e normalmente malinconico… Allora è un bellissimo complimento”, dice). E nelle intenzioni: Jovanotti ha spinto Frankie a cantare: “Quando ho fatto sentire i pezzi a Lorenzo, gli ho detto che erano provini e che forse avrei fatto cantare qualcosa a qualcun altro, lui mi ha detto: te sei matto. Cantala tu, non dire sciocchezze”. E così ha fatto, non solo nelle canzoni Sanremesi: “Canto”, dice timidamente Frankie. “Non sono Bocelli, Albano o Antonella Ruggiero, purtroppo. Però canto…”

 

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.