Justin Bieber, perquisito dalla polizia (in carcere) dopo l'arresto: il video

Justin Bieber, perquisito dalla polizia (in carcere) dopo l'arresto: il video

E' stato diffuso poche ore fa sul sito del quotidiano britannico Daily Mirror un video che ritrae Justin Bieber essere perquisito dalla polizia, in carcere, a seguito dell'arresto avvenuto lo scorso gennaio. Dopo essersi pavoneggiato nei corridoi del carcere, camminando in modo arrogante, Bieber è stato costretto da un poliziotto a togliersi alcuni indumenti e a tirarsi su i pantaloni, invitandolo a rispettare la condotta del carcere. Potete vedere il video cliccando qui.

Ieri pomeriggio un altro tabloid britannico aveva riportato la notizia secondo la quale le autorità di Los Angeles sarebbero propense a chiedere l'incriminazione del cantante canadese per vandalismo per il caso delle uova scagliate dal cantante contro la casa del vicino. La decisone dovrebbe essere presa nel giro di una settimana.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.