YouTube: 'Oltre un miliardo di dollari pagati alle case discografiche'

YouTube: 'Oltre un miliardo di dollari pagati alle case discografiche'

Mentre dal Midem (che si conclude oggi) arrivano fosche previsioni sul futuro dei download digitali a pagamento (le ha annunciate l'analista Marc Geiger di WME nel suo keynote speech), sempre da Cannes il re dello streaming, YouTube, fa sapere che i suoi pagamenti alle case discografiche hanno superato complessivamente il miliardo di dollari. La notizia è stata fornita durante un panel dal vice president Google per i contenuti di YouTube, Tom Pickett, pronto a sottolineare che la piattaforma video è determinata a svolgere un ruolo centrale nel futuro dell'industria musicale.

Nel corso della stessa conferenza, riporta l'inviato di Music Week Tom Pakinkis, l'amministratore delegato dell'associazione dei discografici inglesi BPI, Geoff Taylor, ha fatto un paragone con i servizi di streaming audio come Spotify e Deezer per replicare che la somma dovrebbe essere ancora maggiore. "Quando osservo i miliardi di stream incorporati nei video musicali, e le sterline e i centesimi che grazie a quelli arrivano all'industria, penso sempre che si tratta di una cifra molto piccola", ha detto Taylor invitando YouTube a prendere provvedimenti urgenti nei confronti dei siti e dei programmi che consentono di "rippare" e scaricare illegalmente i contenuti audio dei filmati diffusi dalla piattaforma, e Google a declassificare nei risultati del motore di ricerca i link ai siti pirata. "Non riusciamo a capire il motivo per cui a Google e YouTube ci vuole così tanto tempo per fare qualcosa rispetto a questo problema".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.