Scivoloni sul sedere ed ubriachezza: i cantanti britannici confessano

Scivoloni sul sedere ed ubriachezza: i cantanti britannici confessano
Credits: Leo Baron

In uno "speciale" tutto da ridere, o forse solo da sorrisi, l'ultimo numero giunto in Italia del bimensile britannico "Smash Hits" riporta varie dichiarazioni imbarazzanti delle stelle della musica pop UK.

Vediamone alcune. Robbie Williams: "Una volta ero ad una festa, completamente sbronzo, che fissavo da un sacco di tempo un quadro. Ero come ipnotizzato. Arriva Bono e mi fa: 'Ma che fai?'. Ed io: 'Oh Bono, questo quadro è fantastico'. E lui mi dice: 'Robbie, ma è una finestra!'". Justin della boyband Triple Eight: "Mia madre mi fa vergognare tutti i giorni. Quando usciamo di casa insieme, quando le ragazze iniziano a fissarmi, lei si mette a strillare: 'Sì, è proprio lui!'. Capisco che lo fa perché è orgogliosa di me, ma è una cosa veramente imbarazzante". Lee Ryan dei Blue: "Al concerto Party In The Park di quest'anno ci avevano detto di non correre sul palco perché era bagnato. Ma quando ho sentito i fan che gridavano sono andato in confusione e…esatto, sono scivolato sul sedere davanti a migliaia di persone". Lisa Maffia: "Il giorno in cui ho firmato il contratto, la mia etichetta mi ha portata ad un ristorante di lusso. Ad un certo punto mi si è incastrato il boccone in bocca ed ho iniziato a vomitare". Ant dei Blue: "La prima volta che sono uscito con la mia fidanzata Lucy siamo andati ad un bel ristorante italiano che c'è a Watford. Ero nervoso e quel giorno indossavo una camicia bianca. Scioccamente ho ordinato degli spaghetti. Ovviamente mi sono imbrattato la camicia di sugo. Fortunatamente lei ha pensato che fosse una cosa buffa". (Fonte: "Smash Hits") .

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.