Allman Brothers Band, addio alle scene dal vivo (con riserva)

Allman Brothers Band, addio alle scene dal vivo (con riserva)

I primi segnali, avranno avuto modo di notare i più attenti, arrivarono già lo scorso 9 gennaio, quando sia Warren Haynes che Derek Trucks annunciarono di volere abbandonare le fila, a fine anno, della Allman Brothers Band, istituzione rock americana nella quale i due militavano rispettivamente da venticinque e quindici anni. Oggi, a mettere definitivamente la parola fine alla carriera dal vivo di una delle realtà più consolidate oltreoceano e non solo, è stato nientemeno che il fondatore del gruppo, Gregg Allman: "Basta, è finita", ha spiegato senza troppi giri di parole il sessantaseienne di Nashville, Tennessee, precisando come dopo gli ultimi show già previsti per quest'anno la carriera live della band si interromperà definitivamente, "Quarantacinque anni sono abbastanza, e - in ogni caso - ho voglia di fare altro. Tutti, nel gruppo, hanno ottime prospettive per tenersi occupati coi propri progetti solisti".

Un addio, quello dato oggi da Allman, che potrebbe trasformarsi in un arrivederci, nel migliore dei casi: "Potremmo anche ritrovarci per un concerto una volta ogni cinque anni", ha ipotizzato lui, pur senza azzardare ipotesi più strutturate.

Per il momento, la Allman Brothers Band ha in programma solo una corposa residency al Beacon Theater di New York, che si concretizzerà in quattordici appuntamenti tutti compresi tra i prossimi 7 e 29 marzo: terminati gli impegni nella Grande Mela, il gruppo proseguirà alla volta di Live Oak, in Florida, per due apparizioni i prossimi 11 e 12 agosto, alle quali seguiranno altri due spettacoli - a Scranton, Pennsylvania, il 15 e 16 agosto - che precederanno l'ultimo live in assoluto, programmato a Arrington, Virginia, per il prossimo 4 settembre.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.