Comunicato Stampa: Inizia la nuova stagione di concerti del 'Fuori Orario' di Taneto di Gattatico

La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.


VENERDI’ INIZIA LA STAGIONE 2003-2004
DEL «FUORI ORARIO» DI TANETO (RE):
CONCERTI DI VENERDI’ 26 e SABATO 27

La band di Ligabue e un «Tributo a Bruce Springsteen»

Nuova stagione per il circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia), che si prefigge innanzi tutto una sempre maggiore attenzione ai soci, cioè prezzi ancora più contenuti, cene di controinformazione gratuite e più spettacolari il mercoledì (dall’8 ottobre), la maggior parte dei concerti senza biglietto, iniziative di solidarietà costanti a partire dagli 0,50 euro su ogni consumazione... Vengono poi celebrati i 10 anni di vita del circolo con il libro «Fuori Orario - Dentro l’anima» di Franco Bassi, di cui si parlerà all’interno della festa di compleanno di martedì 14 ottobre con l’ospite Platinette.
Venerdì 26 settembre, intanto, il locale di Taneto apre i battenti con il concerto di quella che è l’ossatura portante della band di Ligabue da «Buon compleanno Elvis» (1995) in poi, cioè fino a oggi: Carmelo «Mel» Previte alle chitarre, Antonio «Rigo» Righetti al basso e Roberto «Sanchez» Pellati alla batteria. Insieme, i tre, tutti ex Rocking Chairs negli anni Ottanta e quindi rodati da due decenni di affiatamento, rispondono al nome di Mel Previte & The Gangsters of Love e si dilettano da qualche tempo girando «on the road» con il sound anni ’50-’60 di musiche da loro riarrangiate e rivissute.

Sabato 27 al Fuori Orario il rock’n’roll è ancora l’indiscusso padrone con il «Tributo a Bruce Springsteen» dei Badlands, guidati dal «Boss della Lombardia» Daniele Tenca, cantante, chitarrista e armonicista. Con lui suonano cinque musicisti alla maniera della E Street Band, in modo fedele ma non pedissequo. E il repertorio spazia dai primi hit di Springsteen fino agli ultimi dell’album «The rising». L’umiltà che contraddistingue l’approccio musicale dei Badlands va di pari passo con un’energia straordinaria, difficile da esprimere a parole e per questo da lasciare solo al sudore.
I concerti iniziano alle ore 22,30, con ingresso riservato ai soci Arci; per aggiornamenti, prevendite e tesseramenti è attivo il sito www.arcifuori.it. Prossimi show di rilievo: in ottobre, il 3 Links, il 10 Mercanti di Liquore, il 18 Notte delle Chitarre e il 25 Banda Bassotti; in novembre, l’1 Roy Paci, il 7 Roberto Angelini, il 15 Frankie Hi-Nrg Mc e il 22 Meganoidi.

Circolo Arci Fuori Orario di Taneto di Gattatico (RE), via Don Minzoni 96/D, tel. 0522-671970, fax 0522-472398, sito «www.arcifuori.it».


MEL PREVITE & THE GANGSTERS OF LOVE
Venerdì 26 settembre al Fuori Orario di Taneto, ore 22,30

Quando Ligabue si concede un periodo di riposo, il suo gruppo non resta certo a dormire sugli allori. Il chitarrista Federico Poggipollini pensa alla carriera da cantante solista, mentre l’altro chitarrista Mel Previte, il bassista Antonio «Rigo» Righetti e il batterista Robby «Sanchez» Pellati si mettono insieme e portano in giro la musica rock degli anni ’50 e ’60 col nome di battaglia Mel & The Gangsters of Love.
Spetta a loro tre il concerto inaugurale della stagione 2003-2004 del Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia), venerdì 26 settembre alle 22,30 con ingresso riservato ai soci Arci. Mel e soci conoscono molto bene il circolo a metà strada tra Reggio e Parma, avendovi suonato più volte, una delle quali con ospite speciale, a sorpresa, il loro maestro Luciano Ligabue un paio d’anni fa.
Talento e casualità sono alla base della storia di Carmelo Previte, nato l’11 giugno 1964 e fin da piccolo chiamato Mel dalla nonna: un’infanzia trascorsa con una venerazione per Ivan Graziani e poi, nei primi anni di carriera, tante esperienze come cantante e chitarrista su piccoli palchi (da menzionare quella di «Carmelo e i Baci»). Dopo un provino, nel 1984 Mel entra nei Rocking Chairs e conosce Antonio Righetti e Roberto Pellati, membri del gruppo insieme al cantante e chitarrista Graziano Romani. Quest’ultimo è un fanatico del Boss e fa meritare ai Rocking Chairs l’epiteto di «miglior coverband di Springsteen».
Ma Previte vuole mettere se stesso nella musica e non rivisitare emozioni altrui. Perciò esce dai Rocking Chairs, continuando il suo lavoro di bancario a Modena... finché un giorno, nel ’94, riceve la visita dell’amico Rigo che gli propone una collaborazione con Ligabue. Mel non si ritiene adatto a ricoprire il ruolo di un bravo chitarrista come Max Cottafavi, ma dopo un anno accetta l’invito del Liga per «Buon compleanno Elvis». Sull’idea del «concerto perfetto» di Springsteen, fonda poi il progetto Mel Previte & The Gangsters of Love, parallelo e subordinato all’attività con Ligabue. Il Nuvolari di Cuneo propone loro un album live e si arriva così a oggi.


«TRIBUTO A SPRINGSTEEN» DEI BADLANDS
Sabato 27 settembre al Fuori Orario di Taneto, ore 22,30

E’ uno dei tributi più amati, e contemporaneamente meno inflazionati, quello a Bruce Springsteen da parte dei Badlands, che sabato 27 settembre irrompono al Fuori Orario di Taneto di Gattatico (Reggio Emilia). L’inizio del concerto è previsto alle ore 22,30, con ingresso riservato ai soci Arci.
Come ogni tributo che si rispetti, anche questo prende il nome da una canzone indimenticabile dell’artista che viene «clonato»: «Badlands» è infatti uno dei brani più interessanti del capolavoro «Darkness on the edge of town», l’album che rilanciò il Boss nel 1978 (stesso anno di «Because the night» scritto per e con Patti Smith), dopo lo stop discografico di tre anni dovuto soprattutto alla causa in corso con il produttore Mike Appel.
Da quel brano memorabile sono dunque partiti, molto tempo più tardi, i Badlands, provenienti dalla Lombardia con una formazione che ricalca a grandi linee la mitica E Street Band: accanto a Daniele «The Boss» Tenca, voce, chitarra e armonica, ci sono Onofrio «The Professor» Laviola alle tastiere, al piano e all’organo, Lorenzo «Big Mac» Colombo al sax, Viviana «Diesel» Zordan al basso e ai cori, Alberto «Swing» Girelli alla batteria e Alessandro «K Richards» Aliprandi alla chitarra e ai cori.

Dopo diversi anni «on the road», i Badlands sono quasi unanimemente considerati la miglior tribute band di Springsteen in circolazione (eredi quindi dei Rocking Chairs). La volontà di questi sei ragazzi, con umiltà e tranquillità, è quella di poter offrire ai loro fans, e ai fans del Boss, uno show in cui si possa trovare e apprezzare qualcosa di nuovo e originale... nonostante la fedeltà insita in un tributo.
Come gli stessi fans hanno ammesso e dichiarato anche attraverso mail presenti in Internet, i Badlands crescono di concerto in concerto, diventando ogni volta più esplosivi e dirompenti con un rock’n’roll energico e onesto, talvolta venato di blues, che copre tutta la carriera di Bruce Springsteen, dai primi album «The wild, the innocent & the E Street shuffle» (1973) e «Born to run» (1975) fino alle ultime composizioni di «The rising».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.