Rubati tutti gli strumenti ai Fear Factory

Rubati tutti gli strumenti ai Fear Factory
A picco il tour americano congiunto dei Fear Factory, System Of A Down e Spineshank. Ignoti ladri hanno infatti rubato, a Philadelphia, il camion contenente tutta la strumentazione dei tre gruppi. Il camion valeva circa 50.000 dollari, la strumentazione il quintuplo. «Pensavamo fosse uno scherzo, ma purtroppo non lo è. Siamo sconvolti: è come rubare le mani ad uno scrittore», ha detto Burton Bell, il 29enne frontman dei Fear Factory. Più diretto Mike Sarkisyan, il 21enne chitarrista dei losangeleni Spineshank: «Spero che chi ha rubato il camion possa crepare». I gruppi sono tornati mestamente a L.A., dove stanno tentando di recuperare altri strumenti per potersi esibire il 6 febbraio all’House Of Blues della città stessa.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.