Wilko Johnson, arriva a marzo 'Going back home', il nuovo album con Daltrey

E pensare che lui, per i dottori, avrebbe dovuto già essere morto. Eppure Wilko Johnson, che con i Dr Feelgood ridefinì i canoni del pub rock inglese per poi passare nei Blockheads di Ian Dury nella seconda metà degli anni Settanta, non solo riuscirà a vedere sugli scaffali dei negozi - il prossimo 11 marzo - il suo nuovo disco solista, alla registrazione del quale ha contribuito nientemeno che il frontman degli Who Roger Daltrey, ma lo promuoverà anche dal vivo, con un evento unico previsto allo Shepherds Bush Empire di Londra il prossimo 25 febbraio.

L'album, intitolato "Going back home" e registrato nell'arco di soli sette giorni nello scorso mese di novembre, includerà dieci nuove versioni di brani originali appartenenti al repertorio dello stesso Johnson (“All through the city”, “Keep it out of sight” e “Going back home” dei Dr Feelgood, oltre a “Everybody’s carrying a gun”, “Ice on the motorway”, “I’m going to keep it to myself” e l'inedito “Turned 21”) più la cover di "Can you please crawl out your window?" di Bob Dylan: "Roger è saltato sù e mi ha detto: 'Dai, facciamolo'", ha spiegato il chitarrista, "Conosceva questo piccolo, delizioso studio, il Yellow Fish a Uckfield. Come nome non è il massimo, ma è un'ottima sala di incisione". Riguardo alle sonorità che caratterizzeranno il lavoro, Johnson ha parlato di "un sound duro da power trio (completato dal bassista dei Blockheads Norman Watt-Roy e dal batterista Dylan Howe, ai quali si sono aggiunti in veste di ospiti l’ex-tastierista di Style Council e Dexys Mick Talbot, ndr) che supporta una voce: una specie di istituzione britannica. Nessuno sa farlo meglio di noi".

"E’ stato un anno brillante: pensavo di morire lo scorso ottobre ed invece ho fatto in tempo a registrare questo album con Roger", ha proseguito: "Non posso nasconderlo, ho visto gli Who nel 1969 quando ero all’università. Per me lui è una stella”. “Sono orgoglioso di questo album", gli ha fatto eco Daltrey, che donerà la sua porzione di royaltie a una fondazione che combatte il cancro giovanile: "Molta musica di oggi è finta, senz’anima. Questo album ha invece una freschezza che può solo arrivare dalle pressioni cui siamo sottoposti quotidianamente”.

Ecco, di seguito, la tracklist di "Going back home":

All Through The City
Sneaking Suspicion
Going Back Home
Everybody’s Carrying A Gun
Keep It Out Of Sight
Keep On Loving You
Some Kind Of Hero
Turned 21
I Keep It To Myself
Ice On The Motorway
Can You Please Crawl Out Your Window (Bob Dylan)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.