Streaming: Pearl Jam e Stevie Nicks tra i testimonial e gli 'amici' di Beats

Sharon Osbourne, will.i.am e i Pearl Jam sono alcuni tra i primi testimonial di Beats Music, il servizio di streaming musicale a pagamento disponibile da ieri sul mercato statunitense. Tra i "Friends of Beats" che hanno già pubblicato sulla piattaforma le proprie playlist figurano invece Demi Lovato, MC Hammer, Shaun White, Stevie Nicks e Tom Hanks, oltre a testate prestigiose come Rolling Stone e Downbeat. 

La società, nata da quella Beats Electronics che negli Stati Uniti ha conquistato una leadership incontrastata nel settore delle cuffie stereo, è come noto guidata da Dr. Dre e dal discografico Jimmy Iovine (presidente di Interscope Geffen A&M Records), si avvale della direzione artistica di Trent Reznor (Nine Inch Nails) e vanta tra i suoi finanziatori Len Blavatnik di Access Industries e Warner Music, che nell'impresa ha investito 60 milioni di dollari.

L'abbonamento al servizio - che incorpora applicazioni per la fruizione in modalità mobile via dispositivi iOS, Android e Windows Phone e include la funzione The Sentence, che permette di generare playlist partendo da una frase - costa i canonici 9,99 dollari al mese (accesso massimo da tre lettori)  richiesti anche dai maggiori concorrenti, fatti salvi gli sconti "per famiglie" previsti per gli abbonati all'operatore telefonico AT&T.  Per promuovere la sua offerta, Beats Music sta investendo molto in pubblicità televisiva: dopo avere acquistato degli spazi domenica sera durante la partita di football americano tra i Seattle Seahawks e i San Francisco 49ers, come noto la società si è assicurata uno spot per il Super Bowl del 2 febbraio (costo 4 milioni di dollari per 30 secondi).

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.