NEWS   |   Metal / 19/01/2014

Al Jourgensen (Ministry) il 3 febbraio entra in clinica per disintossicarsi

Al Jourgensen (Ministry) il 3 febbraio entra in clinica per disintossicarsi

Il leader dei Ministry, Al Jourgensen, tramite la propria pagina facebook ha svelato che all'inizio di febbraio (il 3 per la precisione) entrerà in una clinica specializzata per disintossicarsi e uscire dalla sua dipendenza dall'alcool.
"Mi sono ripulito da solo dall'eroina e dal crack, ma ho bisogno di aiuto questa volta, per cui ogni vostro pensiero e preghiera sarà benvenuto", ha postato Al. E in uno status poco prima, con la sua solita ironia, ha scritto: "Mi hanno appena informato che entrerò in clinica il 3 febbraio... così posso sbronzarmi guardando il Super Bowl il 2".

A settembre del 2013, parlando con un inviato del Washington Times, Jourgensen alla domanda su quando avesse usato per l'ultima volta una droga - che non fosse alcool - ha risposto: "Sono passati 12 anni esatti il 6 settembre 2013. Non prendo farmaci. Non prendo droghe di strada. Non mi faccio di nulla. Fondamentalmente mi sto ammazzando lentamente con il liquore, è l'opposto della morte rapida che si ottiene con le droghe e i farmaci. Ho scelto la mia strada".
Nel 2010, peraltro, Jourgensen è stato vittima di un episodio che quasi lo ha portato alla morte: a causa di un'ulcera trascurata è finito in ospedale in gravi condizioni. Dopo essersi ripreso, però, non ha cambiato di molto le sue abitudini, tanto che nel 2012, in un'intervista rilasciata a Revolver, aveva detto: "Ora posso bere solo due bottiglie di vino al giorno. E di solito non le finisco nemmeno. Direi che arrivo a una bottiglia e mezzo e sembra andare bene con la medicina che devo prendere per il resto della mia vita, ogni giorno. Sono andato dal mio dottore e mi ha detto: 'Sì, te la stai cavando abbastanza bene, per essere uno schifoso degenerato'".

Contenuto non disponibile

 

Scheda artista Tour&Concerti
Testi