Marco Parente presenta i BettiBarsantini: 'E' nata una nuova band'. L'intervista

Raggiungerà il mercato il prossimo 21 gennaio "BettiBarsantini", l'album di debutto dell'omonima band formata dai cantautori Marco Parente e Alessandro Fiori. L'album, suonato interamente da entrambi musicisti, è stato prodotto e missato in collaborazione con Asso Stefana (produttore e musicista di Vinicio Capossela, Mike Patton, Guano Padano) e la sua pubblicazione è curata da Malintenti Dischi su distribuzione Edel. Rockol ha raggiunto telefonicamente Marco Parente per parlare con lui del progetto.

"La collaborazione tra me e Alessandro Fiori è nata già quattro anni fa", ha spiegato Parente, "ci conoscevamo da tempo e già allora c'era una reciproca stima tra di noi.

Abbiamo cominciato a condividere il palco per una serie di concerti in cui abbiamo suonato uno nei pezzi dell'altro, proponendo brani poco noti dei nostri repertori o addirittura canzoni inedite. Ci esibivamo in maniera anonima, perché nessuno sapeva chi si nascondesse veramente dietro al nome 'BettiBarsantini'. Con i tempi giusti la cosa ha preso una sua identità e si è staccata dalle nostre due personalità, creandone una tutta sua: BettiBarsantini, appunto, che non è solo la collaborazione tra Marco Parente e Alessandro Fiori ma una vera e propria band". .

Nell'ultimo anno e mezzo i due cantautori hanno dato vita ad alcuni brani inediti, dieci dei quali compongono la tracklist dell'album "BettiBarsantini": "Dissocial network", "Le parole", "Amleto", "Terza Guerra Mondiale", "Pavoni", "Puzza di sangue", "Il linguaggio", "Lucio Dalla", "Qualcuno avrà pur le idee chiare", "Buon compleanno (all'Universo)". In merito ai brani composti a quattro mani con Alessandro Fiori, Marco Parente ha dichiarato: "Si tratta di canzoni composte a quattro mani e a due voci, a volte con un confondersi delle due voci (che spesso finiscono per cantare quasi all'unisono). Ci siamo sforzati per mettere da parte le nostre individualità. Il disco è da considerarsi come un vero e proprio primo album in studio ed è caratterizzato da tanta freschezza e originalità, composto da canzoni molto diverse tra loro".

Quanto al nome BettiBarsantini, infine, il cantautore ha spiegato: "Si tratta di un omaggio goliardico alla 'regina' del telegiornale regionale toscano, Betty Barsantini. Quattro anni fa Alessandro aveva scritto una canzone intitolata proprio 'Betty Barsantini'. Quel titolo mi colpì, aveva un non so che di speciale, forse la musicalità o la presenza femminile che evocava. Ma non avevo ancora associato il titolo del brano alla giornalista del telegiornale regionale toscano. Betty, poi, è venuta a conoscenza del nostro progetto e ci ha voluti conoscere: ci ha regalato pure due delle camicette con le quali presenta il telegiornale!".

(di Mattia Marzi)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.