Comunicato Stampa: A Verona ' Leo Ferré - Una vita d'artista'

Comunicato Stampa: A Verona ' Leo Ferré - Una vita d'artista'
La redazione di Rockol non è responsabile del contenuto di questa notizia, che è tratto da un comunicato stampa. Artisti, etichette e aziende che vogliono rendere note le proprie iniziative attraverso la pubblicazione di un loro comunicato stampa in questa sezione possono indirizzare una e-mail a presskit@rockol.it. La pubblicazione dei comunicati è a discrezione della redazione.

Il Comune di Verona e Doc Servizi presentano :

Léo Ferré “ UNA VITA D'ARTISTA”
omaggio a Léo Ferré nel 10° anniversario della morte

venerdì 5 Settembre 2003 ore 20,30
Teatro Romano Verona

Il concerto vuole rendere omaggio all’opera del poeta musicista nel 10 anniversario della sua scomparsa, in contemporanea con altri eventi internazionali che celebreranno l’artista.
Il concerto-omaggio vedrà la partecipazione di artisti vicini per sensibilità e cultura alla poetica del grande chansonnier .

Programma :
-proiezione di filmati rari di Léo Ferré

Concerto con :
Raffaella Benetti – Chantango - Grazia de Marchi Lucio Matricardi -Enrico Medail -Roberto Nardin
E la partecipazione straordinaria di Cecilia Gasdia
Mauro Macario presenta e recita Léo Ferré

Ingresso : 10 euro platea – 5 euro gradinata
Prevendite : Box Office Via Pallone, 10 Verona
Botteghino del teatro la sera dello spettacolo

Autore di un immenso patrimonio tra canzoni, poesie, sinfonie, opere, saggi e romanzi, Léo Ferré è considerato una delle massime espressioni della poesia in musica. Nato nel Principato di Monaco nel 1916, dopo aver studiato Scienze Politiche, nel 1946 si insedia a Parigi dove canterà nei mitici cabarets di Saint-Germain-des-Prés. E' l'epoca in cui nasce la nuova canzone francese del dopoguerra che in Ferré trova un'ispirazione poetica ed una libertà mai espresse prima. I temi di provocazione libertaria, di rivolta, ma anche d'amore, di solitudine e di morte caratterizzano la sua produzione, in totale libertà di sperimentazione linguistica, lontano dalle regole precostituite. Un aspetto importante della sua produzione è la messa in musica dei poeti maledetti dell'ottocento francese (e di alcuni grandi del novecento) contribuendo a farli conoscere al grande pubblico. Muore il 14 luglio 1993 a Castellina in Chianti dove viveva da vent'anni con la moglie e i figli.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.