NEWS   |   Italia / 24/12/2013

Fiorella Mannoia all'Auditorium di Roma per 'A te': il report del concerto

Fiorella Mannoia all'Auditorium di Roma per 'A te': il report del concerto

Si è tenuto ieri sera presso l'Auditorium Parco della Musica di Roma il primo dei tre concerti attraverso i quali Fiorella Mannoia ha deciso di proporre dal vivo gli undici brani di Lucio Dalla contenuti all'interno di "A te", l'album-omaggio dell'artista romana al compianto cantautore bolognese, e altri classici del repertorio di quest'ultimo; si tratta di tre eventi (in principio era stata prevista una sola data, ma vista la grande richiesta gli organizzatori hanno pensato bene di triplicare i concerti) in cui Fiorella Mannoia è accompagnata sul palco dall’Orchestra "Sesto Armonico", diretta alternativamente dai Maestri Marcello Sirignano, Stefano Zavattoni, Pippo Caruso, Paolo Buonvino e Peppe Vessicchio, oltre che dalla sua band composta da Luca Visigalli al basso, Davide Aru alla chitarra, Fabio Valdemarin al pianoforte, Carlo Di Francesco alle percussioni e Diego Corradin alla batteria.

Diciassette i brani in scaletta, undici tratti da "A te" e sei pescati dal resto dell’infinito repertorio di Lucio Dalla, come nel caso di "Piazza Grande", "Le rondini", "L’anno che verrà" e "Attenti al lupo!" (quest’ultima proposta durante il bis): "Quando abbiamo scelto le canzoni da aggiungere alla scaletta di questi tre concerti", ha spiegato la Mannoia, "Ho capito che il patrimonio che ci ha lasciato Lucio è immenso e che forse avrei dovuto fare un disco doppio o triplo per omaggiarlo come si deve. Più ascolto le sue canzoni e più mi accorgo di quanto esse siano meravigliose". Brani, tutti questi, che la cantante romana interpreta con fascino, eleganza e tanta passione, sempre seduta su uno sgabello al centro del palco (con alle spalle i trenta elementi dell’orchestra e la sua band) dal quale si alza pochissime volte durante le due ore di spettacolo: e quando si alza, lo fa per volteggiare lentamente su sé stessa divertita e divertendo, quasi assorta (come nel crescendo orchestrale di "Tango" o ne "L’anno che verrà", cantata in coro dal pubblico). In alcuni casi, poi, la voce della Mannoia libra lentamente nell’aria sorretta solo dagli archi della "Sesto Armonico".

Tutto sembra essere curato nei minimi dettagli, un continuo ed elegante gioco di luci, suoni e colori: un occhio di bue posto in fondo alla sala Santa Cecilia, che con i suoi (quasi) 2800 posti è la più grande dell’Auditorium Parco della Musica, segue i movimenti della cantante sul palco, mentre altri fari da teatro (posti proprio sopra l’orchestra) tingono il palco di colori diversi a seconda delle canzoni (il blu accompagna "Stella di mare", primo brano in scaletta, il rosso invece "Tango" e "Cara"). Non vuole strafare, Fiorella, ma mira piuttosto all’essenziale: "Caruso", ad esempio, viene proposta quasi sottovoce e con notevole intenzione vocale, così come anche "Le rondini" e "Il parco della Luna". In "Piazza Grande" la cantante scherza con il direttore d’orchestra (danzandovi sotto braccio) e con i coristi, ma senza scomporsi più di tanto e rimanendo nei limiti della sobrietà. A proposito di coristi: la brava Gabriella Scalise (apprezzata vocalist) si è prestata per il duetto con la Mannoia ne "La sera dei miracoli", che in "A te" vede la partecipazione di Alessandra Amoroso. Per il bis, infine, entra in scena un coro composto da sole ragazze e Fiorella, incitata dal pubblico, ritorna sul palco per proporre "Attenti al lupo!" (affiancata, in questo caso, dalla sua band).

"Questo, per me, è stato un atto d'amore per un grande artista", ha dichiarato la cantante al termine della serata inchinandosi per ringraziare tutti i presenti e per raccogliere due mazzi di fiori che le vengono offerti dal pubblico. La platea è tutta in piedi per salutare la Mannoia, che con sguardo fiero si guarda intorno sorridente, e gli applausi sembrano non finire mai. Finisce con questa immagine il primo dei tre concerti-evento dedicati a Lucio Dalla. Si replica il 28 e il 29 dicembre.

(Mattia Marzi)

SETLIST:
"Stella di mare"
"Milano"
"Chissà se lo sai"
"Tango"
"Se io fossi un angelo"
"Sulla rotta di Cristoforo Colombo"
"Caruso"
"Le rondini"
"L'anno che verrà"
"Il parco della Luna"
"Cara"
"La casa in riva al mare"
"La sera dei miracoli"
"Felicità"
"Anna e Marco"
"Piazza Grande"

BIS:
"Attenti al lupo!"

Scheda artista Tour&Concerti
Testi