Montecarlo: problemi fiscali per Tozzi e Barbarossa

Montecarlo: problemi fiscali per Tozzi e Barbarossa
Il "Corriere della Sera" riprende indiscrezioni diffuse dall'agenzia di stampa Adnkronos: il fisco monegasco avrebbe «nel mirino personaggi dello spettacolo come Fiammetta Izzo, Rosanna Lambertucci, Umberto Tozzi, Luca Barbarossa e Carlo Tognazzi. Per tutti, insieme a richieste che vanno dai 500 milioni al miliardo e mezzo di lire, la stessa contestazione: la loro residenza anagrafica a Montecarlo sarebbe in realtà una messinscena escogitata per raggirare il fisco; pur recandosi spesso oltre frontiera, questi cittadini continuerebbero a percepire in Italia gran parte dei guadagni, e in Italia manterrebbero interessi finanziari e immobiliari di tutti i tipi. Non solo: tutti, contrariamente a quanto stabilisce in questi casi la legge, vivrebbero in Italia per più di sei mesi all'anno. (...) Sarebbero oltre 300 i nomi celebri coinvolti nei controlli».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.