RadioAirplay, alle charts si affianca il 'social monitoring' degli artisti

Classifiche e airplay radio, in epoca di flessione delle vendite e di esplosione dei social network, non sono più strumenti sufficienti a misurare fedelmente la popolarità di una canzone e il grado di "fan engagment" che un artista è capace di sviluppare. Cosciente di questa mutata realtà la società italiana RadioAirplay, lanciata da San Marino l'estate scorsa per iniziativa dell'ex discografico dance Mauro Naccarato, ha deciso di integrare il suo servizio di monitoraggio e charts radiofoniche con un "social monitoring" (già pubblico e in fase beta) in grado di fotografare in istantanea, per ogni artista, il suo gradimento e le attività che lo concernono sul Web, tenendo traccia di visualizzazioni, "plays", "likes", status, fan, amici, "raters" ecc. su Facebook, Twitter, Instagram, YouTube, Vevo, Last.fm, Wikipedia e altri siti e social network.

"Da quanto mi risulta, siamo la prima società in Europa a offrire questo tipo di servizio, gratuito, specificamente per il settore musicale grazie a una partnership esclusiva siglata con Next Big Sound, società statunitense che già collabora con Billboard. L'accordo ci permette di fornire in tempo reale dati statistici e grafici interattivi per tutti gli artisti presenti sul nostro portale". Billboard integra già questi dati in una "social chart" che, promette Naccarato, "potrebbe diventare una realtà anche in Italia già all'inizio dell'anno prossimo. Valutare la popolarità di un brano basandosi sul solo airplay, del resto, non ha più senso. I mezzi di comunicazione sono cambiati e sono sempre più numerosi i fenomeni che, nati sul Web, non si riflettono in passaggi radiofonici altrettanto consistenti. Ci è sembrato dunque giusto fornire a discografici, A&R, giornalisti e altri operatori gli strumenti utili a valutare anche questi aspetti e a misurare la popolarità sui social network da parte degli artisti che li utilizzano per restare in contatto con i propri fan. Con Umberto Labozzetta, nostro responsabile marketing e comunicazione, abbiamo pensato di offrire queste informazioni aggiuntive nell'ambito delle pagine del sito di RadioAirplay dedicate agli artisti, al cui interno statistiche e grafici vengono generati in modo automatico. Abbiamo in progetto di integrare il servizio anche nei software di monitoraggio che concediamo in licenza ai nostri clienti e di offrire report dettagliati, su richiesta e a pagamento, agli operatori che ne faranno richiesta".

    Classifiche e airplay radio, in epoca di flessione delle vendite e di esplosione dei social network, non sono più strumenti sufficienti a misurare fedelmente la popolarità di una canzone e il grado di "fan engagment" che un artista è capace di sviluppare. Cosciente di questa mutata realtà la società italiana RadioAirplay, lanciata da San Marino l'estate scorsa per iniziativa dell'ex discografico dance Mauro Naccarato, ha deciso di integrare il suo servizio di monitoraggio e charts radiofoniche con un "social monitoring" (già pubblico e in fase beta) in grado di fotografare in istantanea, per ogni artista, il suo gradimento e le attività che lo concernono sul Web, tenendo traccia di visualizzazioni, "plays", "likes", status, fan, amici, "raters" ecc. su Facebook, Twitter, Instagram, YouTube, Vevo, Last.fm, Wikipedia e altri siti e social network.

    "Da quanto mi risulta, siamo la prima società in Europa a offrire questo tipo di servizio, gratuito, specificamente per il settore musicale grazie a una partnership esclusiva siglata con Next Big Sound, società statunitense che già collabora con Billboard. L'accordo ci permette di fornire in tempo reale dati statistici e grafici interattivi per tutti gli artisti presenti sul nostro portale". Billboard integra già questi dati in una "social chart" che, promette Naccarato, "potrebbe diventare una realtà anche in Italia già all'inizio dell'anno prossimo. Valutare la popolarità di un brano basandosi sul solo airplay, del resto, non ha più senso. I mezzi di comunicazione sono cambiati e sono sempre più numerosi i fenomeni che, nati sul Web, non si riflettono in passaggi radiofonici altrettanto consistenti. Ci è sembrato dunque giusto fornire a discografici, A&R, giornalisti e altri operatori gli strumenti utili a valutare anche questi aspetti e a misurare la popolarità sui social network da parte degli artisti che li utilizzano per restare in contatto con i propri fan. Con Umberto Labozzetta, nostro responsabile marketing e comunicazione, abbiamo pensato di offrire queste informazioni aggiuntive nell'ambito delle pagine del sito di RadioAirplay dedicate agli artisti, al cui interno statistiche e grafici vengono generati in modo automatico. Abbiamo in progetto di integrare il servizio anche nei software di monitoraggio che concediamo in licenza ai nostri clienti e di offrire report dettagliati, su richiesta e a pagamento, agli operatori che ne faranno richiesta".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.