Provider USA contro i discografici: anticostituzionale la caccia ai file sharers

Provider USA contro i discografici: anticostituzionale la caccia ai file sharers
Le contromisure alla pirateria on-line adottate recentemente dai discografici americani, che stanno cercando di smascherare una serie di privati cittadini colpevoli di file sharing “selvaggio” in modo da costringerli al risarcimento dei danni (vedi News), stanno scatenando, come prevedibile, una serie di reazioni a catena. Contro l'industria musicale si è schierato in questi giorni, ad esempio, il provider di San Francisco Pacific Bell Internet Services, che ha fatto causa all'organizzazione di categoria RIAA (Recording Industry Association of America) sostenendo l'incostituzionalità del suo comportamento.
Nel suo atto di citazione l'azienda californiana, a cui la RIAA aveva intimato di svelare i nomi di alcuni suoi abbonati attivi nello scambio illegale di musica on-line, mette in discussione anche la competenza della corte chiamata in causa dai discografici (residente nel Distretto di Columbia, e non in California), e si difende sostenendo di non avere facoltà di controllo sul contenuto e la destinazione dei file che passano sul suo network on-line. Un portavoce della RIAA ha replicato parlando di “tentativo di barare sulle regole del gioco” e confermando l'intenzione dell'associazione di perseguire singolarmente i singoli trasgressori della legge sul copyright.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.