NEWS   |   Pop/Rock / 29/07/2003

Chicago, Limp Bizkit cacciati dal palco a bottigliate

Chicago, Limp Bizkit cacciati dal palco a bottigliate
Fred Durst ha scoperto a proprie spese che a Chicago non è propriamente il benvenuto. Ancor prima del set del suo gruppo, parecchi spettatori tra il 40.000 presenti all’Hawthorne Racetrack per la tappa locale del Summer Sanitarium Tour dei Metallica avevano iniziato a prendere in giro la band. Notati in giro striscioni con la scritta “Fred sucks”, mentre quando dal palco veniva menzionato il nome “Limp Bizkit”, la folla erompeva in “boo” di disapprovazione. Durst si è reso conto di non essere la star della serata quando ha messo piede sulle assi: mentre si avvicinava al microfono, è stato bersagliato da dozzine di bottiglie di plastica e monetine. Il fatto che il frontman dei Bizkit abbia reagito, insultando pubblicamente gli intemperanti, non ha probabilmente contribuito a placare gli animi. Altri “boo”, poi, durante “My generation”, il cantante ha pensato bene di mandare al diavolo la città ed il pubblico con parolacce ed insulti vari. Dopo sole sei canzoni i Bizkit hanno abbandonato il palco. Durst, dal camerino, col microfono ancora acceso ha insultato ancora il pubblico ed ha promesso che la band sarebbe tornata perché “è la più grande del mondo”. Invece sul palco i Bizkit non si sono più visti. Si dice che il principale responsabile dell’animosità nei confronti del gruppo sia da imputare ad un DJ locale, il quale aveva iniziato ad attaccare Durst già parecchi giorni prima del concerto, ma si tratta solo di una voce.
Per quanto riguarda il fronte discografico, il cantante ha riferito che l’atteso e rimandatissimo nuovo album del suo gruppo è finalmente pronto. Il CD sarà pubblicato tra settembre ed ottobre e forse conterrà tutte e diciotto le canzoni per esso composte. Tra i brani sono da annoverare “Stick ‘em” e “Drown”. Il nuovo chitarrista Mike Smith ha paragonato il disco al sound dei Jane’s Addiction.
Scheda artista Tour&Concerti
Testi