USA, i network di file sharing si uniscono in associazione

Anche i promotori del file sharing hanno, da oggi, una loro associazione e una loro lobby. Notizie in arrivo dagli Stati Uniti informano che i gestori di sei dei maggiori network “peer to peer” statunitensi si sono uniti in un ente, P2P United, destinato a rappresentarne le posizioni nei confronti delle istituzioni e dell’opinione pubblica, contrastando le case discografiche con cui si trovano in causa da tempo per le violazioni di copyright compiute da chi si scambia file musicali su Internet senza autorizzazione.
Del gruppo fanno parte i gestori di Blubster, Grokster, BearShare, eDonkey, 2000 e LimeWire ma non Sharman Networks, distributore di KaZaA, che ha deciso di dar vita ad un gruppo separato. P2P United ha anche ingaggiato un “lobbysta” professionista di Washington, Adam Eisgrau (che ha già lavorato per la American Library Association e per la Digital Future Coalition), per guadagnarsi un accesso diretto negli ambienti dell’establishment politico: uno dei primi obiettivi del gruppo, pare, è quello di ottenere una licenza obbligatoria da parte delle case discografiche per la distribuzione su Internet dei loro cataloghi musicali.
Dall'archivio di Rockol - Virtual Time, 'Waves Are Calling' #Nofilter per Rockol
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.