Apple aumenta il fatturato ma non i profitti: i computer le stanno stretti

Apple aumenta il fatturato ma non i profitti: i computer le stanno stretti
Sembrano definitivamente rientrate le voci di un possibile acquisto della casa discografica Universal da parte di Apple Computer (soprattutto ora che Vivendi ha annunciato l'intenzione di tenersela stretta ancora per un po', vedi News). L'azienda di Cupertino, però, a dispetto della congiuntura economica che intacca anche i suoi conti, sembrerebbe ancora incline ad un investimento strategico che le permetterebbe di ampliare i suoi orizzonti, soffocati sul mercato tradizionale dei computer dal “mangiatutto” Bill Gates.
Gli ultimi dati di bilancio (terzo trimestre 2003), diffusi nella giornata di mercoledì 16 luglio, non sono certo entusiasmanti, ma comunque superiori alle aspettative di Wall Street: 19 milioni di dollari di profitto (- 41 % rispetto allo stesso periodo dell'anno precedente), controbilanciati da un incremento dell'8 % nel fatturato, salito a un miliardo e mezzo di dollari grazie soprattutto ad una maggiore penetrazione nel mercato “consumer” e scolastico e alle esportazioni favorite dalla debolezza della moneta statunitense.
La società, che ha sostenuto forti spese per il lancio di nuovi prodotti anche nel settore musicale (un nuovo modello del lettore digitale portatile iPod e l'iTunes Music Store, vedi News), sta cercando di espandere il suo raggio d'azione per sfuggire alla compressione degli spazi nel suo segmento tradizionale, quello dei computer, dove la sua market share mondiale è attualmente del 2,3 %, molto più bassa non solo rispetto a Microsoft ma anche nei riguardi di Hewlett-Packard (17,8 %) e Dell (16,2 %). Il negozio di musica digitale del gruppo ha venduto 6 milioni e mezzo di canzoni a 99 centesimi di dollaro l'una da quando ha esordito sul mercato a fine aprile (vedi News).
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.