Natale a Rockol, i regali di Marco Jeannin

Natale a Rockol, i regali di Marco Jeannin

Quest'anno la redazione di Rockol vuole condividere con i lettori la preparazione dei pacchetti da lasciare sotto l'albero (o che vorrebbe trovare sotto l'albero). Chissà che non possa farvi venire qualche buona idea...

I regali che farò

Pearl Jam, “Ten ( Epic Records): E’ il primo album in assoluto che ho sentito completamente mio, da cima a fondo. E quando un disco ti parla in questo modo, poi devi andare a raccontarlo; è quasi un obbligo. Ha sulle spalle ventidue anni abbondanti, ma ancora oggi riesce a compiere la magia. Per quanto mi riguarda è un disco indispensabile.

Mogwai, “The hawk is howling” (Matador): La traccia di chiusura di “The hawk is howling” s’intitola “The precipice” e credo sia in assoluto il mio pezzo preferito dei Mogwai. E’ il pezzo perfetto, che metterei sempre a chiusura di qualsiasi cosa: playlist, film, cortometraggi, pranzo, cena, doccia... E se è vero che i regali che si fanno sono quelli che si vorrebbero, io vorrei tantissimo che qualcuno me lo regalasse per ascoltarlo di nuovo per la prima volta.

Led Zeppelin, “BBC Sessions (Atlantic Records): Questo disco mi è stato regalato da un amico quando avevamo entrambi quattordici anni. Cinquantamila lire tonde, praticamente un salasso. Per me è stata prima di tutto una sorpresa: è sempre bello quando qualcuno ti regala un disco, per giunta senza apparente motivo (non era Natale e nemmeno il mio compleanno). Poi ho premuto play e ora mi sento un pelo in debito con il mondo.

 

Il regalo che vorrei

Il biglietto per un qualsiasi live dei R.E.M.: quando ho avuto l’occasione, ed è successo parecchie volte, non so perché ma non l’ho mai colta: mi riferisco ai live dei R.E.M., live a cui, ahimè, non ho mai avuto il piacere di presenziare. Tra i tanti gruppi, vecchi e nuovi, giovani e meno giovani, non esiste band che io rimpianga in assoluto di più di non aver mai visto dal vivo. Ne ho mancati di concerti nella mia vita, per carità, ma questi mi rodono parecchio. I R.E.M., come ben sappiamo, si sono sciolti, e la speranza di vederli in futuro dal vivo, ad oggi, è quantomeno flebile. Però non si sa mai: nel dubbio meglio comportarsi bene.

(Marco Jeannin)

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
La fotografia dell'articolo è pubblicata non integralmente. Link all'immagine originale

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.