Royalty sulle vendite dei dischi, BIEM e IFPI concordano un tasso ribassato

Royalty sulle vendite dei dischi, BIEM e IFPI concordano un tasso ribassato

Uno "sconto" concordato tra BIEM (associazione internazionale delle società di collecting cui aderisce la SIAE) e IFPI (federazione internazionale dei discografici cui aderisce la FIMI) ha portato a ridurre la royalty standard che i produttori fonografici devono versare ad autori ed editori delle canzoni in relazione alle vendite di supporti fisici, Cd e dischi in vinile. Il nuovo contratto, che sostituisce quello scaduto nel giugno del 2000 (e da allora applicato alle stesse condizioni), stabilisce una riduzione del tasso dal 9,009 all'8,712 per cento del ppd (price per dealer, prezzo al rivenditore) ed entrerà in vigore a partire dal gennaio 2014 in tutta l'Europa Continentale.

"Grazie alla firma del nuovo contratto, anche questa volta abbiamo potuto standardizzare la base per le licenze delle registrazioni fonografiche in Europa", ha commentato il presidente della BIEM Georg Oeller. "Strutture internazionali trasparenti ci permetteranno di continuare a salvaguardare le royalty destinati ai nostri detentori dei diritti".

L'amministratore delegato dell'IFPI Frances Moore ha invece sottolineato che "anche con la rapida trasformazione in corso nell'industria musicale e con la crescita dei nuovi servizi digitali, il formato Cd continua a essere apprezzato da molti consumatori. Siamo lieti di avere raggiunto questo accordo con la BIEM, che aiuta a chiarire la struttura dei pagamenti di royalty in quello che a livello internazionale rimane un settore importante dell'industria musicale".

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.