Boyzone: «Non abbiamo cantato a Omagh per farci pubblicità»

La sera del 2 gennaio la boy-band più popolare del Regno Unito ha tenuto due concerti a Omagh per le vittime della strage di qualche mese or sono, ultimo atto terroristico che ha insanguinato l'Ulster. Gli irlandesi Boyzone hanno negato sdegnosamente di aver organizzato il tutto per farsi pubblicità. «Non lo abbiamo fatto per pubblicità, perché in questo momento non ne abbiamo bisogno. Non lo abbiamo fatto per soldi, perché ci abbiamo rimesso. Lo abbiamo fatto perché ci tenevamo a farlo», ha detto Ronan Keating. «C'era una grande atmosfera in paese; quando siamo arrivati nel luogo dove è scoppiata la bomba ho sentito un brivido lungo la schiena».
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!
Scheda artista Tour&Concerti Testi

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.