Ricerca UE: in Italia il 54% degli under 24 giustifica il download illegale

E' un quadro sfaccettato e per certi versi contraddittorio - pur con alcune caratteristiche, quelle anagrafiche in primis, molto ben delineate - quello tracciato da uno studio dell'Ufficio per l'Armonizzazione del Mercato Interno, organismo ufficiale della UE per marchi, disegni e modelli istituito nel 1994 con sede a Alicante, in Spagna: i risultati dell'indagine - il cui focus è la percezione e la consapevolezza della proprietà intellettuale - rivelano come la quasi totalità del campione preso in esame - 26.500 cittadini europei di età superiore ai 15 anni - ritenga la proprietà intellettuale un bene da tutelare.

Se sul versante teorico la correttezza del pubblico europeo sembra essere esemplare, scendendo a livello pratico e individuale la condotta dei cittadini del Vecchio Continente non sembra più così limpida: complice anche la congiuntura economica, il 22% dei cittadini UE ritiene che il download da Internet sia accettabile quando non vi siano altre alternative legali, e il 42% lo ritiene accettabile per uso personale. Questa percentuale si innalza fino a un picco del 57% (a livello europeo) nella fascia di età compresa tra i 15 e i 24 anni, assestandosi al 54% in Italia.

Le ragioni? Stando al sondaggio, una percezione distorta del beneficio del rispetto della proprietà intellettuale, che i più giovani vedono solamente appannaggio delle grandi società discografiche e degli artisti di successo. A complicare la situazione c'è la diffusione e la conoscenza di alternative legale al download illegale: se nei paesi del nord (Danimarca, Svezia e Finlandia) sono "sistematicamente note", e in paesi come Gran Bretagna e Paesi Bassi sono comunque note e frequentate, rispetto alla media europea le opzioni legali sono "decisamente meno note" il paesi come l'Italia, Crozia, Bulgaria, Romania, Polonia e Malta.

Dall'archivio di Rockol - Dieci gruppi italiani dai quali ci si potrebbe aspettare una reunion
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.