Musica digitale, fusione in vista tra 7digital e UBC Media

La piattaforma di musica digitale 7digital, lanciata a inizio 2004 a Londra da Ben Drury e James Kane come servizio b2b ed evolutasi anche in servizio direct-to-consumer a partire dall'anno successivo, è in procinto di fondere le sue attività con quelle del service provider e gestore di contenuti UBC Media. Le due società inglesi hanno firmato una lettera di intenti non vincolante che nell'arco di sei mesi dovrebbe sfociare in un merger; rilevando dal potenziale partner un prestito convertibile, la stessa UBC ha messo a disposizione della venture un milione di sterline.

"La combinazione di contenuti e tecnologie generata da una potenziale fusione con 7digital creerà una società di vere dimensioni globali in grado di accedere sia agli utenti mobili che ai contenuti necessari per spingere l'impresa nell'era digitale", ha spiegato l'amministratore delegato di UBC Simon Cole. "Continueremo a sviluppare e a dimensionare la piattaforma in relazione all'evoluzione del mercato, e a innovare con nuovi prodotti e nuove funzioni", ha aggiunto l'ad di 7digital Drury. "La radio, in particolare, è un'area in cui individuiamo molte opportunità per il futuro e siamo entusiasti del fatto che il nostro nuovo partner e investitore strategico UBC condivida questa visione".

Come ricorda Music Week, gli asset combinati delle due imprese includono un archivio di migliaia di ore di programmazione e un catalogo di 25 milioni di brani musicali e audiolibri (questi ultimi tramite la piattaforma Audioboo, di cui UBC è investitore). Le due società vantano clienti come BBC, Yahoo!, Samsung e HTC, con quasi 5 milioni di utenti registrati e servizi precaricati in 60 milioni di smartphone.

    La piattaforma di musica digitale 7digital, lanciata a inizio 2004 a Londra da Ben Drury e James Kane come servizio b2b ed evolutasi anche in servizio direct-to-consumer a partire dall'anno successivo, è in procinto di fondere le sue attività con quelle del service provider e gestore di contenuti UBC Media. Le due società inglesi hanno firmato una lettera di intenti non vincolante che nell'arco di sei mesi dovrebbe sfociare in un merger; rilevando dal potenziale partner un prestito convertibile, la stessa UBC ha messo a disposizione della venture un milione di sterline.

    "La combinazione di contenuti e tecnologie generata da una potenziale fusione con 7digital creerà una società di vere dimensioni globali in grado di accedere sia agli utenti mobili che ai contenuti necessari per spingere l'impresa nell'era digitale", ha spiegato l'amministratore delegato di UBC Simon Cole. "Continueremo a sviluppare e a dimensionare la piattaforma in relazione all'evoluzione del mercato, e a innovare con nuovi prodotti e nuove funzioni", ha aggiunto l'ad di 7digital Drury. "La radio, in particolare, è un'area in cui individuiamo molte opportunità per il futuro e siamo entusiasti del fatto che il nostro nuovo partner e investitore strategico UBC condivida questa visione".

    Come ricorda Music Week, gli asset combinati delle due imprese includono un archivio di migliaia di ore di programmazione e un catalogo di 25 milioni di brani musicali e audiolibri (questi ultimi tramite la piattaforma Audioboo, di cui UBC è investitore). Le due società vantano clienti come BBC, Yahoo!, Samsung e HTC, con quasi 5 milioni di utenti registrati e servizi precaricati in 60 milioni di smartphone.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2021 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.