Ordinazioni al bar via smartphone, anche il Southbank Centre adotta Q App

Il Southbank Centre di Londra, il più grande complesso artistico britannico che include celebri sale da concerto come la Royal Festival Hall e la Queen Elizabeth Hall e che ogni anno attrae milioni di visitatori, ha deciso di adottare per il suo "Members' Bar" l'innovativo sistema di ordinazione a distanza via smartphone sviluppato da Q App. L'applicazione mobile, creata da un gruppo di imprenditori tra cui il co-fondatore della catena di caffetterie Caffe Nero Paul Ettinger,consente a chi possiede un iPhone o uno smartphone Android di visionare sullo schermo menù e liste bevande e di preordinare le consumazioni evitando file al bancone del bar. I soci del "Members' bar" del Southbank Centre potranno utilizzarla per godere di un più celere e comodo servizio al tavolo o durante l'intervallo degli spettacoli (lo staff è dotato di tablet dedicati con cui gestisce gli ordini e avverte i clienti quando l'ordinazione è pronta).

. "Siamo entusiasti di lanciare il servizio Q App per i nostri soci e siamo sempre alla ricerca di modi innovativi per migliorare la loro esperienza", ha spiegato la responsabile Membership del Southbank Centre Annie Wong. "Uno dei principali beneficiari è il Members' Bar con la sua fantastica vista su Londra e il Tamigi. Introdurre la Q App ci permette di offrire un'altra dimensione al nostro servizio e dà modo ai soci di piazzare i loro ordini senza alzarsi dalla sedia, o prima ancora di arrivare al bar". "Dopo il nostro recente lancio al Palace Theatre di Londra", ha aggiunto il Business Development Director di Q App Tim Bichara, "l'aggiunta al nostro portafoglio clienti di una struttura della statura del Southbank Centre è una grande testimonianza della validità del nostro prodotto".

Q App punta a raggiungere 250 mila download entro l'agosto 2014.

Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2020 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini e fotografie rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche, agenti di artisti e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, in generale, quelle libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.