USA, nelle charts ufficiali anche le vendite on-line

USA, nelle charts ufficiali anche le vendite on-line
COsì come i compilatori delle classifiche inglesi anche i responsabili di Nielsen Soundscan, sistema di monitoraggio elettronico che alimenta le celebri charts di Billboard, si sono convinti che è giunto il momento di render conto degli acquisti (legali) di musica on-line, fenomeno in crescita nell'asfittico panorama discografico di questi ultimi anni (vedi News).
La società americana ha annunciato di conseguenza che provvederà presto a conteggiare i download a pagamento effettuati sulle piattaforme commerciali di distribuzione digitale attualmente esistenti sul mercato: Pressplay (in attesa di inglobare Napster, vedi News), MusicNet, Rhapsody/Listen.com, Liquid Audio oltre, naturalmente, all' iTunes Music Store della Apple, di gran lunga il più fortunato del lotto (e che già elabora una classifica per conto suo, vedi News). I download di album e singoli così rilevati, hanno spiegato i tecnici della Nielsen, verranno sommati agli acquisti effettuati secondo modalità “non tradizionali”, ai concerti e via mail order; i dati presi in considerazione riguarderanno solo la musica scaricata permanentemente a pagamento, e non le tracce audio ascoltate in streaming o la cui fruizione si esaurisce con la scadenza di un termine di abbonamento.
Negli USA, i canali paralleli di distribuzione musicale rappresentano un settore in forte crescita, proprio mentre il giro d'affari dei negozi di dischi (dati di queste ultime ore) è calato di un altro 8,1 % rispetto ai primi sei mesi dell'anno scorso. In sei anni le vendite nel segmento “non tradizionale” del mercato sono cresciute complessivamente da 2,2 a oltre 22 milioni di pezzi; ed è proprio il downloading musicale a farla da padrone, con il 79 % degli album venduti al di fuori del circuito specializzato. “Le classifiche sono storicamente il metro di misura del successo” ha commentato John Jones di MusicNet. “La nascita di una nuova chart che registra le vendite digitali servirà ad accelerare le liberatorie da parte delle etichette e il coinvolgimento degli stessi artisti nella distribuzione di musica on-line”.
Segui Rockol su Instagram per non perderti le notizie più importanti!

© 2019 Riproduzione riservata. Rockol.com S.r.l.
Policy uso immagini

Rockol

  • Utilizza solo immagini fotografiche rese disponibili a fini promozionali (“for press use”) da case discografiche e uffici stampa.
  • Usa le immagini per finalità di critica ed esercizio del diritto di cronaca, in modalità degradata conforme alle prescrizioni della legge sul diritto d'autore, utilizzate ad esclusivo corredo dei propri contenuti informativi.
  • Accetta solo fotografie non esclusive, destinate a utilizzo su testate e, quindi, libere da diritti.
  • Pubblica immagini fotografiche dal vivo concesse in utilizzo da fotografi dei quali viene riportato il copyright.
  • È disponibile a corrispondere all'avente diritto un equo compenso in caso di pubblicazione di fotografie il cui autore sia, all'atto della pubblicazione, ignoto.

Segnalazioni

Vogliate segnalarci immediatamente la eventuali presenza di immagini non rientranti nelle fattispecie di cui sopra, per una nostra rapida valutazione e, ove confermato l’improprio utilizzo, per una immediata rimozione.